Cassa di Fossano: utile netto di 7,7 milioni

Più che positivo il bilancio 2020 della Cassa di Risparmio di Fossano, banca controllata al 77% dall'omonima fondazione e presieduta da Antonio Miglio. L'utile netto è stato di 7,759 milioni (+5,67% rispetto al 2019), la raccolta diretta è balzata a 1,678 miliardi (+11,56%) e gli impieghi hanno superato il miliardi, ammontando per la precisione a 1,002 miliardi (+0,28%), mentre le sofferenze sono diminuite del 17,47% a 10,743 milioni e il loro rapporto sugli impieghi è sceso del 17,69% all'1,07%. Il patrimonio netto è salito del 5,06% a 135,818 milioni, il Ceti1 al 12,11.
La Cassa di Risparmio di Fossano, partecipata da Bper-Banca popolare dell'Emilia-Romagna, ha come direttore generale Enzo Ribero, il cui vice è Silvio Mandarino.