Biella, istituito il fondo "Luigi Squillario" per sostenere gli studenti più in difficoltà

Un fondo dedicato alla memoria dell’avvocato Luigi Squillario, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella per 23 anni e mancato nel 2020. Lo ha istituito l'ente per permettere ai giovani di talento, ma con scarsi mezzi, di accedere ai gradi più alti dell’istruzione. Come recita il motto da lui fatto incidere all’ingresso di Città Studi, i giovani e il sapere rappresentano l’investimento più proficuo per questo la Fondazione - spiega il presidente Franco Ferraris - ha ritenuto che il modo più giusto per ricordare Luigi Squillario fosse istituire un fondo di sostegno allo studio dedicato alla sua memoria.
Il fondo, creato anche grazie al contributo degli amministratori della Fondazione, contribuirà a dare una chance ai giovani talenti capaci di cambiare in meglio il futuro delle proprie comunità permettendo loro l’accesso a un'istruzione di qualità indipendentemente dalle condizioni economiche. Ha due grandi obiettivi: assicurare uguaglianza di accesso all’istruzione a tutti e
permettere alla scuola di mantenere la sua funzione di mobilità ascendente, consentendo di raggiungere gli obiettivi di istruzione più elevati anche ai soggetti che vivono in una situazione di fragilità economica e sociale.
Nostro padre ha sempre messo al centro della sua azione i giovani e il futuro del territorio – raccontano le figlie di Luigi Squillario, Attilia e Paola, con le quali la Fondazione ha condiviso sin dall’inizio l’idea del bando - per questo riteniamo che avrebbe particolarmente apprezzato questo bando della Fondazione.
Il bando, rivolto ai giovani biellesi degli istituti scolastici di I e II grado e delle scuole paritarie, aperto dal 2 febbraio, scadrà il 12 marzo. Le iniziative proposte dovranno riguardare minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni in stato di fragilità economica sociale e dovranno essere finalizzate al supporto e miglioramento delle competenze di base degli studenti in difficoltà e in stato di fragilità sociale e/o economica, oltre cge al consolidamento e recupero di competenze per gli studenti che stanno vivendo difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria e al ricorso della DaD. Le iniziative dovranno riguardare percorsi realizzati nel periodo compreso tra aprile e dicembre 2021. Gli uffici dell’Ente sono a disposizione per la compilazione delle domande e sarà possibile inviare mail di richiesta informazioni all'indirizzo contributi@fondazionecrbiella.it ponendo come oggetto della mail “Fondo sostegno alla studio Luigi Squillario”. Una commissione, di cui farà parte anche un rappresentante dell’Ufficio Scolastico Territoriale, si occuperà della valutazione delle proposte erogando singoli contributi non superiori a 2.500 euro.
Ricordando con riconoscenza e affetto Luigi Squillario, con il quale ha lavorato per 40 anni, il Segretario generale della Fondazione, Mario Ciabattini, fra l'altro ha scritto: “il dono più grande che ci ha lasciato è l’insegnamento che non c’è crescita senza istruzione, non c’è prosperità e giustizia se una fascia della popolazione resta ai margini. In questa direttrice si deve leggere e interpretare il grande progetto di Città Studi, a cui era particolarmente affezionato. Testimone raccolto anche dalla nuova governance della Fondazione che su Città Studi punta molto come soggetto ineludibile del territorio biellese e, in particolare, dal recente progetto in gestazione di Cascina Oremo, anch’esso fortemente voluto dal nuovo presidente Franco Ferraris, che ha come obiettivo primario l’inclusione sociale dei giovani”.