Nuovo piano di Lapo Elkann per rilanciare Italia Independent Group (anche con CR7)

Il consiglio di amministrazione di Italia Independent Group, società torinese fondata, controllata e presieduta da Lapo Elkann, ha approvato il nuovo piano di sviluppo 2020-2024, presentato dall’amministratore delegato Marco Cordeddu, oltre che i dati economico-finanziari di pre-chiusura relativi all’esercizio 2020. Il Piano conferma e prevede un aspettativa di rilancio importante del business che si realizza in modo significativo su un arco temporale esteso al 2024. Gli effetti positivi derivanti dallo sviluppo serio e continuativo degli assi strategici di piano si “leggono” chiaramente nelle stime di pre-chiusura del 2020, che vedono i ricavi attestarsi su una crescita di circa il 12% rispetto al 2019, un ebitda negativo per un milione rispetto ai sei milioni negativi del 2019 e che si approssima, quindi, a “girare” in positivo. Questi risultati, ancor più se considerati in un anno estremamente critico nelle vendite a causa della pandemia, confermano l’efficacia delle azioni di ristrutturazione e rilancio avviate.
A fronte di queste premesse il nuovo piano stima nel periodo considerato: una crescita dei ricavi fino a 42 milioni di euro, capitalizzando ulteriormente la riduzione dei costi di struttura e savings operativi già realizzati nel 2020 e prevede un ritorno all’ebitda positivo (2,4 milioni) nel 2022 e all’utile (3 milioni) al termine del 2023. Il piano si basa sul consolidamento degli effetti delle attività già avviate, sulla valorizzazione dei prodotti in licenza quali CR7 eyewear e Hublot, sul lancio del nuovo brand proprietario Laps, sul riposizionamento del brand storico Italia Independent il cui valore è riconosciuto sul mercato. Il portafoglio prodotti dei vari brand verrà inoltre proposto al mercato con modalità innovative, con forte spinta alla digitalizzazione e con nuovi canali di vendita con il continuo sviluppo della presenza dei brand nei mercati esteri e, in particolare, in Asia, come obiettivo strategico portante.
Nell’arco di piano il fabbisogno finanziario è pari 7,8 milioni e verrà principalmente coperto mediante l’aumento di capitale in opzione di pari importo e in riferimento al quale risultano versati 5,47 milioni circa (pari al 73,9%) da parte degli azionisti di riferimento Lapo Edovard Elkann e Creative Ventures, a conferma della fiducia che gli azionisti di riferimento rimettono nel piano, nel management e nelle opportunità di mercato e di settore. A seguito dell’approvazione del piano, infatti, il Cda ha deliberato l'aumento di capitale fino ad un controvalore massimo di 7.780.912 euro. L’aumento di capitale avrà luogo mediante emissione di massime n. 4.659.229 azioni ordinarie da offrire in opzione agli azionisti nel rapporto di 13 nuove azioni ogni 28 possedute, al prezzo di sottoscrizione di 1,67 euro per ciascuna nuova azione.
Lapo Elkann, che attualmente detiene 5.355.916 azioni (pari al 53,37% del capitale di Italia Independent) ha effettuato negli scorsi mesi versamenti in conto futuro aumento di capitale per complessivi 4,163 milioni e Creative Ventures, che adetiene 2.553.191 azioni (pari al 25,44% del capitale) versamenti per complessivi euro 1.307 milioni.