Altra cessione di Banca Carige ad Amco

Banca Carige ha ceduto ad Amco, pro soluto e in blocco, un portafoglio di crediti deteriorati del valore lordo di 54 milioni di euro, composto da crediti vantati prevalentemente verso clientela corporate (100% unsecured), totalmente classificati come sofferenze. Per Banca Carige, l’operazione rappresenta un ulteriore miglioramento della qualità del portafoglio attivi e non determina effetti economici negativi a valere sull’esercizio 2020. Amco ha già realizzato l’acquisto di crediti in sofferenza ed unlikely to pay di Banca Carige per circa 2,8 miliardi.
Amco – Asset Management Company è una full-service credit management company, interamente partecipata dal ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef). E’ un operatore nella gestione delle posizioni Npe in forte crescita. A giugno 2020 gestiva asset under management per 34 miliardi, includendo l’operazione Mps completata il 1° dicembre, frazionati in 244.000 controparti, fra le quali 57.000 aziende italiane. Amco presiede l’intero processo di gestione dei crediti deteriorati, con un modello di fully integrated servicing, anche con il coinvolgimento di partner terzi specializzati. Inoltre opera ponendosi come partner di tutti gli stakeholder, con un approccio gestionale volto a favorire la sostenibilità dell’impresa, anche erogando direttamente nuova finanza per favorire la continuità delle aziende e il loro rilancio industriale. La società conta oltre 280 dipendenti dislocati in tre sedi in Italia - Milano, Napoli e Vicenza – alle quali si aggiunge un ufficio in Romania.