Torino, sono già più di 1.400 le imprese partecipanti al progetto LaSpesaServita

In questi mesi non ha mai smesso di funzionare, ma ora le nuove restrizioni lo rendono ancor più necessario: Confesercenti di Torino rilancia LaSpesaServita, il portale delle attività commerciali che svolgono la consegna a domicilio e l'asporto. “Durante il primo lockdown, ma anche poi, - dice Giancarlo Banchieri, presidente di Confesercenti Torino - si è rivelato uno strumento estremamente utile per sostenere l'attività delle imprese ed è un'opportunità per la clientela. Il portale vanta oggi oltre 1.400 aziende presenti e in questi giorni si stanno intensificando le richieste di altre aziende che vogliono entrare a farne parte. Dalla sua nascita ha registrato oltre 170.000 contatti”.

I dati di un sondaggio dimostrano il successo e le potenzialità dell'iniziativa: il 54% ha avviato la consegna a domicilio, che non svolgeva prima del lockdown; il 52% dichiara che l’inserimento dell’attività nel portale ha contribuito a raggiungere nuovi clienti; l’83% ha mantenuto la clientela storica; l’84% dichiara che manterrà o incrementerà il servizio di consegna a domicilio o di asporto; infine, almeno un visitatore del portale su sei ha poi contattatp via web o telefono uno dei negozi o dei pubblici esercizi presenti.

L'adesione delle imprese a LaSpesaServita è totalmente gratuita. Il progetto, in partenariato con la Camara di Commercio di Torino nell'àmbito del Punto Impresa Digitale (Pid), è frutto della collaborazione tra Confesercenti e Links Foundation e trae spunto da un'idea nata dal confronto con Fondazione Torino Wireless.