La torinese Icona presenta a Shanghai piattaforma modulare a guida autonoma

Debutterà a Shanghai, in occasione del China International Import Expo, in programma dal 5 al 10 novembre, la piattaforma a guida autonoma concepita in Italia dalla torinese Icona Design Group, che partecipa per la prima volta all’evento, fortemente voluto dalle autorità locali per rispondere alla crescita dei consumi interni con prodotti di alta qualità importati dall’estero. Icona, società globale di design con sedi a Torino e Los Angeles, è presente nel mercato cinese da molti anni, con una sede operativa a Shanghai, a cui si aggiungono, in queste settimane, quella di Tokio e un ufficio di rappresentanza a Dubai.
Con una consolidata esperienza nel settore automotive, da alcuni anni il team internazionale di Icona è fortemente impegnato nello sviluppo di concept futuristici della mobilità, che si sono fatti notare ai più prestigiosi appuntamenti del settore. La piattaforma modulare a guida autonoma che verrà presentata a Shanghai ne è l’ennesima dimostrazione. Si tratta di un telaio in alluminio stampato in 3D, sinuoso e scattante, dotato di tutti gli strumenti necessari alla connettività e all’interazione con le persone, gli spazi, gli altri veicoli. Alcuni modelli di veicoli a guida autonoma iniziano a fare capolino nelle nostre industrie d’avanguardia, dove i classici muletti che spostano pallet sono stati sostituiti da muletti a guida autonoma a trazione elettrica. Già da alcuni anni, Icona ne immagina un utilizzo più esteso nelle città del futuro.
La nuova piattaforma a guida autonoma di Icona è stata realizzata in Cina con partner specializzati in stampa 3D e in Intelligenza Artificiale. Si tratta di un pianale dotato di ruote, sensori, batterie… concepito per trovare applicazione in contesti differenti: sullo stesso telaio si può installare una golf cart o un distributore automatico mobile in grado di somministrare in movimento bevande, snacks e piatti pronti; può sostenere un minibus per spostare persone su grandi superfici oppure merci all’interno di un centro commerciale. E ancora, può diventare un veicolo destinato al trasporto di persone che integra la mobilità classica con un principio di guida autonoma. È in grado di fermarsi da solo se un pedone attraversa o se il semaforo diventa rosso, per poi ripartire allo scattare del verde. Lo spazio interno dell’abitacolo non prevede più pedali, cambio, volante… ma veri e propri salotti viaggianti, oppure di ottimizzare al massimo nel caso di trasporto merci.
Oltre al telaio modulare a guida autonoma, Icona esporrà a Shanghai anche le concept car Fuselage e Neo: la prima debuttò nel 2011 ed era già concepita per essere elettrica, Neo è invece il concept di city car elettrica a 4 posti che Icona presentò nel 2015.