"Imprese dell'economia del bene comune" la torinese Frassati tra le dodici "vincenti"

La cooperativa Frassati di Torino è una delle dodici “Imprese dell'economia del bene comune” che fanno parte delle “Imprese Vincenti 2020”, il programma di Intesa Sanpaolo per la valorizzazione delle piccole e medie imprese italiane, spesso poco note ma fondamentali per la vitalità del sistema produttivo, capaci di esprimere esempi di eccellenza imprenditoriale e del made in Italy, motore di filiere e distretti produttivi. Nessun altro soggetto del Nord Ovest è entrato nel gruppetto che ha conquistato la tappa dedicata del digital tour di “Imprese Vincenti 2020”, novità di quest'anno che sottolinea la grande attenzione della banca che fa riferimento alla Fondazione Compagnia di San Paolo verso il mondo non profit.
Radicata sul territorio torinese dal 1976, la cooperativa Frassati progetta e gestisce servizi socioassistenziali, sanitari ed educativi, oltre che attività imprenditoriali finalizzate all’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati e appartenenti alle fasce deboli del mercato del lavoro.
La creazione di una tappa per le imprese sociali vuole accendere il faro su un settore che gioca un ruolo fondamentale nella comunità, ruolo i cui effetti mai come in questo difficile periodo emergono con tanta evidenza. Le “imprese vincenti” del Terzo Settore fanno vincere tutti: i beneficiari dei loro servizi, le comunità di riferimento e, in definitiva, la società nel suo complesso. Inserirle nel programma di valorizzazione Imprese Vincenti significa riconoscere il loro contributo all’economia del Paese ed esporle al dialogo con il mondo profit per uno scambio da cui entrambi i mondi traggono beneficio e occasione di crescita.
Marco Morganti, responsabile Direzione Impact di Intesa Sanpaolo, ha commentato: “Le Imprese Vincenti dell’Economia del Bene Comune sono state individuate sulla base di diversi fattori ,che le rendono “vincenti” non solo dal punto di vista della propria attività, ma anche per le ricadute positive nel contesto in cui operano: dalle persone e territori che beneficiano dei loro servizi, all’impatto più in generale sulla società nel suo complesso. La crescita del Terzo settore passa anche dalla leva del credito, il nostro modello, unico in Italia e forse in Europa, permette alle organizzazioni non profit di crescere creando valore per la collettività. Inserire le organizzazioni non profit nella tappa di Imprese Vincenti significa riconoscere questo valore e in generale il contributo che il Terzo Settore porta allo sviluppo economico del Paese”.