Diasorin, tutto in crescita a due cifre

 Diasorin, il gruppo di Saluggia leader mondiale nella produzione di test diagnostici, nei primi nove mesi di quest'anno ha fatturato 610,1 milioni (+16,2% rispetto a quanto registrato nello stesso periodo del 2019), con un ebitda di 257,7 milioni (+23,4%), pari al 42,2% dei ricavi, grazie alla crescita delle vendite nel periodo, alla leva operativa generata dagli importanti volumi di test prodotti per il Sars-CoV-2 e al contenimento delle spese operative. L'utile netto è stato di 162,5 milioni (+28,3%), con un incidenza del 26,6% sul fatturato. La posizione finanziaria netta al 30 settembre è positiva per 256,1 milioni, mentre lo era per 172,9 milioni al 31 dicembre 2019. Pur tenuto conto dello stato di incertezza causato dall’introduzione di nuove misure di lock-down nei Paesi in cui il Gruppo opera, Diasorin prevede di chiudere l’esercizio 2020 con ricavi in crescita di circa il 25% e un margine operativo lordo pari a circa il 43%.