Gianni Nuti è il nuovo sindaco di Aosta docente universitario, musicista e scrittore

 Gianni Nuti, professore universitario ed ex dirigente regionale, è il nuovo sindaco di Aosta. Sostenuto da una coalizione di autonomisti, tra cui l'Union Valdotaine e progressisti (anche il Pd) ha vinto il ballottaggio con il 53,34% dei voti sull'imprenditore Giovanni Girardini, a capo della lista civica Rinascimento Aosta promossa da Vittorio Sgarbi e sostenuta al secondo turno da Lega, Forza Italia e Fratelli d'Italia. Nuti prende il posto del dem Fulvio Centoz che non è stato più ricandidato.
Nato ad Asti nel 1964, laurea in Lettere e Filosofia a Torino, Gianni Nuti è professore associato di Didattica Generale e Pedagogia Speciale e docente di Pedagogia dell’integrazione all’Università della Valle d’Aosta. I suoi interessi di ricerca ruotano attorno alle attività espressive, alla creatività e ai linguaggi non verbali in contesti formali, non formali e informali per l’inclusione. Esperto di pedagogia e didattica della musica, è membro del Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica presso il Miur ed è stato direttore responsabile della rivista Musica Domani, organo della Società Italiana per l’Educazione Musicale da 2014 al 2018. Si occupa di innovazione didattica, di inter- e transdisciplinarietà. Da settembre 2008 a settembre 2018 è stato direttore delle Politiche Sociali e dirigente della struttura Politiche sociali e giovanili all’assessorato Sanità, salute e politiche sociali della Regione autonoma Valle d’Aosta.
Come chitarrista ha svolto tra il 1984 e il 2004 un’intensa attività concertistica, tenendo oltre 500 concerti in Italia e in molti Paesi europei per importanti enti e le principali associazioni musicali e teatrali, importanti festival internazionali. Ha inciso un Lp come solista, quattro Cd con il Quartetto di Asti, due con il Toujours Ensemble. Ha effettuato numerose registrazioni radiofoniche e televisive per la Rai e la Radio Nazionale di Spagna. Nel dicembre 2007 è uscito, per le Edizioni Il Filo di Viterbo, il suo primo romanzo dal titolo Di un Crescendo, premiato in cinque concorsi nazionali. Nel giugno 2012 è uscito il secondo romanzo edito da Polistampa/Mauro Pagliai di Firenze dal titolo Nel Mare del Caso.