Aosta, Lavevaz presidente della Regione ecco gli assessori della nuova Giunta

Erik Lavevaz è il nuovo presidente della Regione autonoma Valle d'Aosta. Il Consiglio lo ha eletto con 20 voti a favore su 35. Lavevaz, che è presidente dell'Union valdotaine, guida una maggioranza composta da forze autonomiste e progressiste (tra cui il Partito Democratico). Alle elezioni regionali del 20 e 21 settembre è stato il terzo candidato più votato nell'Union valdotaine con 823 preferenze.
Nato il 15 febbraio 1980, Erik Lavevaz è residente a Verrayes, comune di cui è stato sindaco. Si è' laureato in Fisica delle tecnologie avanzate all'Università di Torino, dopo la maturità scientifica al lice di Saint Vincent, dove poi ha insegnato matematica e fisica, come ha fatto successivamente al liceo classico e artistico di Aosta, prima di una breve esperienza alla Cogne come esperto informatico.
Il Consiglio della Valle ha eletto anche gli altri componenti della nuova Giunta regionale, formata così dagli assessori Luciano Caveri (Istruzione, università, affari europei e partecipate); Jean-Pierre Guichardaz (Turismo e beni culturali); Davide Sapinet (Agricoltura e risorse naturali); Chiara Minelli (Ambiente, trasporti e mobilità sostenibile); Carlo Marzi (Finanze, opere pubbliche e innovazione); Roberto Barmasse (Sanità e politiche sociali); Luigi Bertschy (Attività produttive, lavoro e impianti funiviari). Quest'ultimo è stato nominato anche vicepresidente della Regione.
Nato ad Aosta il 21 agosto 1966 e ivi residente. Laureato in Scienze politiche, ha conseguito un Master in Geopolitica (Università La Sorbonne, Aoste-Sorbonne). È responsabile del settore ricerche e fondo federalista della Fondation Emile Chanoux-Institut d’études fédéralistes et régionalistes di Aosta.
Nuovo presidente del Consiglio della Regione Valle d'Aosta è Alberto Bertin, nato il 21 agosto 1966 ad Aosta, dove risiede. Laureato in Scienze politiche, ha conseguito un master in Geopolitica (Università La Sorbonne, Aoste-Sorbonne). È responsabile del settore ricerche e fondo federalista della Fondation Emile Chanoux-Institut d’études fédéralistes et régionalistes di Aosta. È stato eletto per la prima volta in Consiglio regionale nel 2008 nel gruppo Vallée d'Aoste Vive/Renouveau, poi denominato Alpe a seguito della costituzione nel 2010 di un nuovo soggetto politico che si rifà alla corrente autonomista, progressista ed ecologista. Passato nel 2017 al gruppo consiliare Misto, ad aprile 2018 ha costituito, con il consigliere Padovani, il gruppo Impegno Civico. Alle elezioni del 20 maggio 2018 è stato rieletto in Consiglio regionale nella lista Impegno Civico, di cui è stato designato capogruppo; a gennaio 2019 ha costituito con la collega Minelli Rete Civica-Alliance Citoyenne, diventandone capogruppo. Alle consultazioni del 20 e 21 settembre 2020 si ricandida e conferma la sua elezione all'Assemblea valdostana, risultando il più votato della lista Progetto Civico Progressista con 938 preferenze.