Inaugurata l'area di degenza intensiva dono di Fondazione De Agostini a Novara

 Al’Azienda Ospedaliero-Universitaria “Maggiore della Carità” di Novara è stata presentata la nuova area permanente di degenza intensiva intitolata alla Fondazione De Agostini, la quale ha donato 500.000 euro per la sua realizzazione, dando un segnale importante nel periodo della grave emergenza sanitaria dovuta alla pandemia da Covid-19. La nuova struttura consente all’ospedale di Novara di potenziare i servizi sanitari e le prestazioni d elevata intensità di cura, in modo da essere pronta ad affrontare eventuali situazioni di emergenza epidemica, garantendo nel contempo una assistenza adeguata a tutti i malati afferenti al Pronto Soccorso. La nuova area, già in funzione, realizzata nei locali adiacenti alla Struttura di medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza, diretta dal prof. Giancarlo Avanzi, rettore dell’Università del Piemonte Orientale, è stata pensata come una struttura flessibile, adattabile alle esigenze che, di volta in volta, si verranno a presentare. E’ stata realizzata in tempi molto rapidi, con i lavori iniziati il 14 aprile e ultimati ai primi di luglio.
Il progetto, interamente sostenuto dalla Fondazione De Agostini, ha previsto il recupero, mediante una completa ristrutturazione edile e impiantistica, di spazi esistenti aventi una superficie di circa 180 mq. Attrezzata con tutte le dotazioni tecniche necessarie al funzionamento, la nuova area di degenza intensiva ospita ora sette posti letto, di cui due a pressione negativa.
La Fondazione De Agostini nasce nel marzo del 2007, a Novara. Fortemente radicata nel territorio, dove il Gruppo De Agostini è presente dal 1908, la Fondazione persegue principalmente finalità di utilità sociale allo scopo di fornire concrete risposte ai bisogni espressi dalle categorie più deboli.
Presidente della Fondazione è Roberto Drago, Chiara Boroli è il Segretario Generale. Fondazione De Agostini è attiva in quattro ambiti principali: disabilità, educazione, formazione e lavoro, inclusione sociale. Finora ha finanziato 243 interventi, per un valore di circa 18 milioni di Euro.