Più startup innovative costituite on line modalità con Torino fanalino di coda

Al 30 giugno 2020 sono 3.167 le startup innovative avviate grazie alla modalità di costituzione digitale e gratuita. Tra queste, 2.292 hanno optato per una procedura interamente online, con la validazione degli atti fondativi mediante firma digitale tramite la piattaforma startup.registroimprese.it. Sono invece 875 le imprese che hanno scelto di utilizzare la nuova procedura avvalendosi dei servizi d’assistenza offerti dalla propria Camera di Commercio di riferimento. Oltre al supporto ricevuto, un ulteriore vantaggio di questa modalità risiede nel fatto che lo status di startup innovativa viene attribuito già al momento della costituzione. Le iscrizioni di startup innovative costituite con la nuova modalità digitale registrano una lieve flessione nel secondo trimestre, rispetto al precedente. Tra aprile e giugno 2020, si sono iscritte alla sezione speciale 172 startup innovative (60 ad aprile, 56 a maggio, 56 a giugno), numero in calo rispetto alle 215 del trimestre precedente, soprattutto a causa dell’emergenza da Covid-19, che ha rallentato fortemente l’intero sistema industriale italiano. La nuova modalità di costituzione online è stata utilizzata in tutte le regioni italiane. La prima regione per utilizzo della modalità digitale rimane la Lombardia, che consolida la sua posizione di vertice con 873 startup costituite online, oltre un quarto del totale nazionale (27,6%). In seconda e terza posizione si collocano il Veneto con 342 (10,8%) e il Lazio con 337 (10,6%). D’altro canto, la nuova modalità risulta ancora sottoutilizzata in alcune regioni, che pure vantano una significativa presenza di nuove imprese innovative. Caso più evidente è quello dell’Emilia-Romagna, che ospita l’8,3% delle startup innovative italiane, ma solo il 5,7% di quelle costituite online. Nell'intero Nord-Ovest, al 30 giugno, sono risultate 212 le startup innovative costituite online: 144 in Piemonte (4,5% del totale nazionale), 66 in Liguria (2,1%) e due in Valle d'Aosta (0,1%). Passando al livello provinciale, Milano si conferma l’area più fertile per la creazione di startup innovative tramite la nuova modalità con 545 imprese avviate online (17,2% del totale nazionale). In seconda posizione c’è Roma (296 startup innovative create online, il 9,3% sul totale). A grande distanza completano la top-5: Padova,con 102, Bergamo con 95 e Verona, con 89. Nel complesso, sono state costituite startup innovative online in 104 province. Anche in questo caso, alcuni territori molto popolosi risultano sottorappresentati: Torino rappresenta un caso emblematico, in quanto quarta provincia in Italia per popolazione di startup innovative (390), ma con solo 55 imprese create online.