Nuovo record del debito pubblico italiano a fine maggio ha superato i 2.500 miliardi

Nuovo record del debito pubblico italiano. A fine maggio, ha superato i 2.500 miliardi di euro, arrivando, per la precisione, a 2.507,580 miliardi, la vetta più alta, almeno finora. Come documentato dalla Banca d'Italia, soltanto in maggio, il debito pubblico è aumentato di 40,515 miliardi. Incremento interamente imputabile alle amministrazioni centrali, perché, invece, quelle locali l'hanno ridotto, sia pure di soli 85 milioni. Il loro totale, infatti, è sceso a 86,935 miliardi, dei quali 33,604 miliardi sono dovuti alle Regioni e alle Province autonome, 35,699 miliardi ai Comuni, 6,481 miliardi alle Province ordinarie e alle Città metropolitane e 11,152 agli altri enti pubblici locali.

Alla fine di maggio, la stessa Banca d'Italia ha crediti nei confronti delle amministrazioni pubbliche per 464,861 miliardi (18,5% del debito pubblico italiano), 20,3 miliardi in più rispetto al mese precedente.