Mercato dell'auto, in Piemonte e in Liguria a maggio meno peggio della media italiana

Il mercato dell'automobile, a maggio, in Piemonte e Liguria è andato meno peggio della media nazionale. Invece, è andato molto peggio in Valle d'Aosta. Nella regione alpina, infatti, le nuove iscrizioni al Pra sono crollate del 73,37% rispetto allo stesso mese dell'anno scorso, precipitando a 2.612 mentre erano state 9.808. A causa del drastico ridimensionamento delle nuove immatricolazioni da parte delle società che gestiscono le flotte.

Il mese scorso, in Piemonte sono state vendute 9.218 vetture nuove (-37,26% rispetto alle 14.692 di maggio 2019) e in Liguria 1.949 a fronte delle 3.254 precedenti (-40,10%). Nelle tre regioni le nuove immatricolazioni sono risultate 13.779, quindi 13.975 meno che nel maggio dell'anno scorso. Il calo complessivo è del 50,35%, in linea con quello dell'intera Italia (-49,61%).

Ecco le nuove immatricolazioni del mese scorso, per provincia: Alessandria 701 (1.128 nel maggio 2019), Asti 316 (495), Biella 316 (551), Cuneo 1.212 (1.934), Genova 1.034 (1.607), Imperia 212 (398), La Spezia 322 (592), Novara 652 (1.051), Savona 381 (657), Torino 5.446 (7.836), Verbania 278 (397), Vercelli 297 (464).