I cinque fattori del successo di Firstonline

Oggi, 23 maggio 2020, Firstonline compie nove anni. La sua missione è stata chiara e controcorrente fin dalla nascita: produrre buona informazione nella giungla della Rete. Da allora ha moltiplicato visite e utenti unici, fino a diventare il quinto sito italiano di economia e finanza, senza perdere di vista l’equilibrio di bilancio. Firstonline, fondato da Ernesto Auci e Franco Locatelli, che lo dirige, è un giornale web in salute, con i conti in ordine e con una crescita continua dell’audience. Nell’ultimo mese ha registrato oltre 5,5 milioni di viste aggregate e oltre 2 milioni di utenti unici.

Auci e Locatelli dicono: “nove anni fa, nessuno poteva giurare che saremmo cresciuti andando controcorrente e vincendo la vera sfida che è all’origine della nostra scommessa: fare ogni giorno del buon giornalismo, nella giungla della Rete e contro la pioggia delle fake news. E’ questo che ci rende orgogliosi, ancor più dei numeri del conto economico e dell’audience”.

L’identità che Firstonline ha acquisito e che ne fa una testata chiaramente riconoscibile e fuori dal coro nel panorama del giornalismo web si fonda su pochi ingredienti, ma chiari: 1) l’indipendenza dal potere economico e politico e dalle tante lobbies e corporazioni che zavorrano la società italiana; 2) l’affidabilità, che evita a ogni lettore di perdere tempo nel chiedersi se quanto pubblicato è vero o no, perché ogni notizia è rigorosamente controllata; 3) la competenza professionale con la quale vengono affrontati i temi economici, finanziari, industriali, sociali, politici e culturali che caratterizzano la testata; 4) la qualità, che si esprime sia nella scelta e nella selezione dei temi, secondo una precisa gerarchia delle informazioni, sia nel modo e nella chiarezza espressiva con cui vengono confezionati testi e titoli; 5) la creatività, che punta a offrire un prodotto giornalistico che unisce rigore a fantasia e che cerca di non essere mai banale, ma il più possibile imprevedibile e inconfondibile senza diventare stravagante.