Fos vince a Genova due gare da un milione

Fos, pmi genovese di consulenza e ricerca tecnologica, quotata al segmento Aim di Borsa Italiana, attiva nella progettazione e nello sviluppo di servizi e prodotti digitali per grandi gruppi industriali e per la pubblica amministrazione, ha ricevuto, da parte del Centro di Competenza Start 4.0 di Genova, l’approvazione dei progetti “Cymon” e “Safe 4.0” per un investimento complessivo di 989.504 euro da parte di tutti i partner coinvolti, finanziato per 332.275 euro, a fondo perduto, da parte del Centro di Competenza Start 4.0. I due progetti prevedono un investimento da parte di Fos di 294.000 euro, finanziato dal Centro di Competenza Start 4.0 con un contributo a fondo perduto di 137.000 euro.

La realizzazione dei due progetti dovrebbe partire dal 1° luglio e concludersi dopo circa 12 mesi. Per entrambi i bandi, Fos e i partner tecnici con cui l’azienda ha collaborato hanno vinto su una quarantina di soggetti partecipanti. Fos, fondata a Genova nel 1999, guidata da Brunello Botte, presidente, da Matteo Pedrelli, vice presidente e amministratore delegato, co-fondatore insieme a Enrico Botte, anche egli ad, nel 2019 ha registrato un valore della produzione di 12,2 milioni con un ebitda di 2,2 milioni e un utile netto di 0,7 milioni.