Biella, Fondazione e Biver Banca lanciano il bando locale "Ripartiamo insieme"

Insieme e nella data simbolica del 4 maggio, Biver Banca (Gruppo Cassa di Risparmio di Asti) e Fondazione Cassa di Risparmio di Biella aprono il bando straordinario “Emergenza Covid 19 Area Biellese: Ripartiamo Insieme” con l’intento di promuovere iniziative a sostegno della comunità locale in difficoltà. Si tratta di un progetto che parte con un plafond di 200mila euro complessivi che saranno immediatamente disponibili per gli enti e i progetti selezionati per creare servizi destinati in particolare alle famiglie con bambini e ragazzi, agli anziani e ai soggetti in situazione di fragilità, oltre che per le azioni di sviluppo locale che aiutino il territorio a uscire dall’attuale fase di incertezza.

“Dopo la fase uno, in cui la Fondazione Cr Biella – ha detto il suo presidente Franco Ferraris - aveva prontamente attivato il bando Comunità fragile, la fase due è un momento molto atteso, ma anche molto delicato, nel quale tutti dobbiamo mantenere lucidità e capacità di azione immediata per evitare nuovi focolai del virus, offrire sostegno alle categorie più fragili e servizi che possano essere di supporto alla ripresa soprattutto alle famiglie che nella fase uno hanno affrontato le maggiori difficoltà. Dal momento che si tratta di un bando straordinario, sarà molto importante la rapidità di risposta del territorio, che dovrà presentare entro il mese di maggio le progettualità”.

Il bando è destinato agli enti pubblici, enti del Terzo settore che operano a supporto di categorie quali ad esempio: minori, famiglie persone anziane e persone sole fragili. Sono incentivate, ove possibile, reti tra soggetti del terzo settore ed enti pubblici; infatti, verrà particolarmente valutata la qualità delle reti sotto il profilo della corrispondenza tra il partenariato proposto e gli obiettivi del bando, la composizione della rete e la coerenza tra i ruoli e le azioni previste.

Massimo Mossino, direttore generale di Biver Banca ha sottolineato “questo nostro intervento di 150.000 euro a favore del bando straordinario per l’emergenza Covid-19 si inserisce in un progetto ampio, che vede il Gruppo Cassa di Risparmio di Asti intervenire, in questi giorni, a favore del settore sanitario e sociale con oltre due milioni di euro messi a disposizione dai dipendenti e dalle aziende del Gruppo. Siamo convinti che, grazie all’unione delle forze con la Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, saranno più efficaci gli interventi in ambito sociale, a partire da questa seconda fase dell’emergenza”.

I progetti dovranno essere attivati a partire dall’avvio fase 2 e dovranno essere ultimati entro la fine dell’anno. Tutte le domande dovranno essere presentate entro le ore 16 del 29 maggio 2020. Per la presentazione delle richieste è necessario collegarsi al servizio di compilazione on line disponibile sul sito (www.fondazionecrbiella.it). Ogni ente proponente ha la facoltà di presentare una sola richiesta all'interno del bando. II contributo erogabile per ogni singola richiesta sarà ricompreso tra i 15.000 e i 50.000 euro.