Carlo Alberto: Barba Navaretti presidente Domenico Siniscalco nel cda del Collegio

I soci fondatori della Fondazione Collegio Carlo Alberto, che sono l'Università di Torino e la Fondazione Compagnia di San Paolo, hanno nominato gli organi collegiali per il nuovo triennio. Il presidente sarà Giorgio Barba Navaretti, ordinario di Economia Politica all’Università di Milano. Inoltre, faranno parte del consiglio di amministrazione: Alberto Anfossi, Segretario generale della Fondazione Compagnia di San Paolo; Fabio Bagliano, ordinario di Economia politica all’Università di Torino; Oriana Bandiera, professor of Economics alla London School of Economics and Political Science; Olivier Bouin, directeur della Fondation Rfieat- Réseau Français des Instituts d’Etudes Avancées; Valeria Marcenò, associato del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Torino; Debora Revoltella, directos Economics Department European Investment Bank; Domenico Siniscalco, vicepresidente Morgan Stanley International e Alessandra Venturini, ordinario di Politica economica all’Università di Torino. Il collegio dei revisori dei conti sarà composto da: Margherita Spaini (presidente). Marta Montalbano, Laura Broccardo e dai due supplenti: Cristina Chiantia e Melchior Gromis di Trana.

Desidero ringraziare i nostri soci per la fiducia che hanno voluto confermarmi - ha commentato Barba Navaretti, che negli ultimi due anni ha guidato il Collegio Carlo Alberto come vicepresidente e presidente vicario - e per aver nominato una squadra di consigliere e consiglieri di qualità molto alta, che rappresenta al meglio tutte le discipline ospitate al Collegio e include personalità che operano alla frontiera dell’accademia e delle istituzioni internazionali. Inoltre, sono certo che, con l’aiuto della comunità scientifica del Carlo Alberto e del nostro staff operativo, saremo in grado di superare le terribili sfide, presenti e future, dell’epidemia da coronavirus e di realizzare il Piano strategico approvato l’anno scorso, con l’obiettivo di confermare e rafforzare il ruolo del Collegio come istituzione di eccellenza nella ricerca, nella didattica avanzata e nella divulgazione delle discipline economiche, sociali-politiche e giuridiche”.