Pier Vittorio Vietti e Daniele Pittatore candidati sindaci alle Acque Potabili

Il torinese Pier Vittorio Vietti guida la lista dei candidati al prossimo Collegio sindacale della Acque Potabili presentata congiuntamente dai due soci – Ireti (gruppo Iren) e Smat - che, insieme, hanno l'89,94% del capitale della storica società subalpina. Gli altri due candidati alla carica di sindaco effettivo di Acque Potabili, proposti sempre da Ireti e Smat, sono la genovese Chiara Barabino, classe 1978, commercialista e l'alessandrino Daniele Pittatore, nato nel 1969.
Pier Vittorio Vietti, nato sotto la Mole nel 1955, commercialista dal 1981, fra l'altro è stato presidente di Bene Banca (Benevagienna) e consigliere di amministrazione della Fondazione Crt, della quale è ancora membro dell'Organismo di vigilanza. E' presidente del Collegio sindacale di diverse società, fra le quali Sogepa (gruppo Leonardo), Pegaso-Investimenti, Ream sgr e sindaco anche di Aeroporti di Roma, Altec, Ansaldo Energia e Smat.
Daniele Pittatore, sposato con Elisabetta Botto Poala, commercialista in Valenza, è consigliere di amministrazione di Banca Sistema, Sofipar, Horsa e dell'immobiliare Ariosa, oltre che presidente della holding Forestali e del Collegio sindacale delle società Cordusio, Giorgio Visconti, Leo Pizzo e del Consorzio agrario del Piemonte Orientale.