Il mercato auto in retromarcia a febbraio ma la Fiat aumenta le vendite del 4,4%

Nuova retromarcia del mercato automobilistico italiano. In febbraio sono state acquistate 162.793 vetture nuove, l’8,8% in meno rispetto allo stesso mese del 2019, che già aveva perso il 2,4% per via dell’attesa dell’entrata in vigore dell’annunciato bonus-malus. Così le immatricolazioni nei primi due mesi del 2020 ammontano a 318.545, il 7,3% in meno rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente.
“Dopo un inizio d’anno a -5,9%, il mercato italiano continua a rallentare – ha commentato Paolo Scudieri, presidente dell'Anfia, l'associazione della filiera automotive nazionale. Fra l'altro, Scudieri ha detto: “Sul rallentamento generale delle immatricolazioni di questo mese, in realtà, ha iniziato a pesare anche la situazione di crisi che l’Italia sta vivendo a seguito dell’emergenza coronavirus. Le difficoltà segnalate dai concessionari, in termini di calo delle visite in sede e degli ordini, in particolar modo nelle regioni della ‘zona rossa’, si rifletteranno, con ogni probabilità, in un ulteriore calo del mercato, come fa presagire anche il peggiorato clima di fiducia dei consumatori”.
Le marche dei costruttori nazionali, nel complesso, hanno totalizzato nel mese 41.746 vendite (-7%) e la quota di mercato del 25,6% (25,2% nel febbraio 2019). Da inizio 2020, le immatricolazioni complessive dell'industria italiana ammontano a 82.201 (-3,5%), pari al 25,8% del mercato, a fronte del 24,8% precedente.
In particolare, nel mese scorso Fiat ha venduto 27.018 vetture (+4,4%), Lancia 5.948 (+2,18%), Jeep 5.648 (-40,31%), Alfa Romeo 1.903 (-19,57%), Dr 215 (-24,56%), Maserati 152 (-40,86%), Ferrari 47 (-12,96%) e Lamborghini 30 (+3,45%).
Sono cinque i modelli italiani nella top ten delle vendite di febbario: Fiat Panda è prima con 14.465 acquirenti, Lancia Ypsilon seconda con 5.948, quarta la Fiat 500 con 3.828, quinta la Fiat 500X con 3.587) e sesta la Jeep Renegade con 3.423. Al terzo posto figura la Renault Clio con 4.266, al settimo la Peugeot 208 con 3.385, all'ota la Citroen C3 con 3.294, al nono la Volkswagen T-Roc con 3.293 e al decimo la gemella T-Cross con 3.195.
Le marche straniere che hanno fatto registrare più immatricolazioni nel mese scorso sono Volkswagen con 16.172 (+1,23%), Peugeot con 10.811 (-4,27%), Ford con 10.773 (-6,12%), Renault con 9.861 (-0,27%) e Citroen-Ds con 8.706 (-7,32%).
Il mercato dell’usato ha totalizza 336.634 trasferimenti di proprietà al lordo delle minivolture a concessionari, registrando un calo del 7,3% rispetto a febbraio 2019. Nei primi due mesi del 2020, i trasferimenti di proprietà sono 675.388, l’8,8% in meno rispetto allo stesso periodo del 2019.