Gruppo Buzzi Unicem più fatturato e utile indebitamento netto ridotto di 323 milioni

E' un bilancio certamente soddisfacente quello appena approvato dal consiglio di amministrazione della Buzzi Unicem, la società cementiera di Casale Monferrato controllata e guidata dalla famiglia Buzzi. Il fatturato consolidato è aumentato del 12,1% a oltre 3,221 miliardi di euro dai 2,873 miliardi e 500 milioni del 2018 3.221,4 milioni di euro. Il margine operativo lordo è salito a 728,1 milioni (+26,1% rispetto a 577,2 milioni dell’anno precedente), con un incidenza del 21,9% sul fatturato (19,8% nel 2018) e l’utile ante imposte si è attestato a 482 milioni, a fronte dei 465,3 precedenti e quello netto è stato di 385,9 milioni, tre in più (+0,8%).
Il carico fiscale dell’esercizio è stato pari a 96 milioni, contro 82,5 milioni del 2018; la maggiore aliquota fiscale (20% rispetto a 18% del 2018) è stata causata dal maggior reddito imponibile prodotto nelle aree geografiche di attività dove la tassazione è più elevata, come Germania, Italia e Stati Uniti d’America.
La capogruppo Buzzi Unicem ha chiuso l’esercizio con l'utile netto di 87,2 milioni di euro, inferiore ai 97,9 milioni del 2018. Tuttavia, all’assemblea dei soci sarà proposto un dividendo di 15 centesimi per ogni azione ordinaria (12,5 centesimi l'anno scorso) e di 17,4 centesimi per ogni azione di risparmio (14,9 centesimi). Nel 2019, il gruppo ha distribuito dividendi per 26,6 milioni e ha pagato investimenti industriali per complessivi 339,3 milioni, di cui 42,9 milioni destinati a progetti di incremento della capacità produttiva o speciali.
L’indebitamento finanziario netto del gruppo al 31 dicembre 2019 si è attestato a 567,8 milioni, in riduzione di 322,7 milioni rispetto a 890,5 milioni di fine 2018. Il patrimonio netto, inclusa la quota spettante agli azionisti terzi, ha sfiorato i 3,691 miliardi, mentre non raggiungeva i 3,144 miliardo di fine 2018; pertanto il rapporto indebitamento netto/patrimonio netto è diminuito a 0,15 contro 0,28 del precedente esercizio.

Nessun commento: