Auto, meno pesante il calo del Nord-Ovest grazie al boom di vendite ad Aosta (+27%)

Ancora in perdita, ma meno dell'anno prima, il mercato automobilistico del Nord-Ovest, l'area formata da Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta. Nel 2019, infatti, sono state 260.930 le auto nuove immatricolate nelle tre regioni, 10.663 in meno rispetto al 2018 (-3,9%), quando, invece, il calo era stato di 43.967 vetture (-13,9%). Comunque, l'anno scorso, nel Nord-Ovest sono state vendute 54.630 auto nuove meno che nel 2017 (-17,3%).
La contrazione del mercato locale si deve soltanto al Piemonte, dove le nuove immatricolazioni sono scese dalle 219.935 del 2017 alle 178.057 del 2018 e, infine, alle 150.966 del 2019. In Valle d'Aosta, dove molte società immatricolano le loro flotte per il minor costo di registrazione al Pra, le vendite sono invece salite dalle 59.959 del 2017 alle 75.661, con l'incremento del 26,7% sul 2018, quando erano risultate 59.723.
L'anno scorso, il tasso di crescita della Valle d'Aosta è stato il più alto di tutte le regioni (seconda la Lombardia con il 3,4%), mentre il Piemonte ha denunciato il maggiore calo (-15,2%).
In Liguria sono state registrate 34.303 nuove immatricolazioni nel 2019, a fronte delle 33.813 del 2018 (+1,4%) e le 35.666 del 2017.
Nell'ultimo mese dell'anno appena passato, quando il mercato italiano è cresciuto del 12,5%, la Valle d'Aosta ha evidenziato la crescita record del 73,8% rispetto a dicembre 2018, mentre il recupero del Piemonte è stato del 22,2% e del 2,5% quello della Liguria.
In particolare, ecco, per provincia le vendite di dicembre: Alessandria 940 (860 un anno prima), Aosta 4.962 ( 2.857), Asti 433 (398), Biella 399 (392), Cuneo 1.520 (1.332), Genova 1.333 (1.220), Imperia 347 (389), La Spezia 458 (430), Novara 707 (869), Savona 610 (531), Torino 6.871 (4.975), Verbania 285 (264), Vercelli 317 (278).