Mercato auto, Piemonte la regione italiana che in undici mesi ha perso di più (-17,3%) In novembre recupero soltanto di Torino

La Giulia dell'Alfa Romeo
In novembre, la provincia di Torino è stata l'unica piemontese a far registrare un numero di vetture nuove vendute superiore a quello dello stesso mese dell'anno scorso. Qui, infatti, le nuove immatricolazioni sono state 6.420, mentre erano state 5.869 nel novembre 2018. “Va subito aggiunto, però, che quello del mese scorso è soltanto un recupero, parziale, perché nel novembre 2017, nella provincia di Torino, erano state 9.050 le vetture nuove acquistate” si è letto su L'Economia del Nord Ovest, supplemento che il Corriere Torino pubblica ogni lunedì.
Comunque, la ripresa di Torino, certamente sostenuta dalle vendite a Km zero, ha consentito che il mercato automobilistico piemontese chiudesse con un calo molto contenuto rispetto a novembre 2018: le nuove immatricolazioni sono risultate 11.094, soltanto 70 in meno, pari allo 0,6%, tasso inferiore alla media nazionale (-2,17%).
A contare meno consegne ai clienti finali che nel settembre dell'anno scorso sono state tutte le altre province piemontesi: 917 nell'Alessandrino (1.077 nel 2018), 418 nell'Astigiano (450), 429 nel Biellese (458), 1.455 nel Cuneese (1.589), 822 nel Novarese (1.014), 286 nel Verbano-Cusio-Ossola (347) e 347 nel Vercellese (351). La quota della regione, però, è risalita al 7,37% del mercato italiano.
Naturalmente, il recupero della provincia di Torino è stato trainato dal gruppo Fca. In particolare, la marca Fiat ha venduto 1.476 suoi modelli nel mese scorso (1.209 nel novembre 2018), Lancia 701 (393), Jeep 346 (336), Alfa Romeo 83 (52), Maserati 4, uno in meno dell'anno prima.
Nel Torinese, escluso il gruppo Fca, le marche che hanno avuto più acquirenti in novembre sono state Volkswagen (514), Toyota-Lexus (380), Ford (378), Dacia (273), Peugeot e Renault (220 entrambe).
Dall'inizio di gennaio alla fine di novembre, l'Anfia, l'associazione nazionale dell'industria automotive, ha contato 139.481 nuove immatricolazioni in Piemonte, il 17,3% in meno rispetto al corrispondente periodo dell'anno scorso, mentre il calo dell'intera Italia è risultato dello 0,6%. Il Piemonte è la regione dove il mercato automobilistico si è contratto di più e la sua quota è risultata pari al 7,9%, perciò inferiore a quelle di Lombardia (17,2%, pari a 304.732 nuove immatricolazioni), Trentino-Alto Adige (15,8%), Toscana (9,2%) e Lazio (8,1%).

Nessun commento: