Quotate piemontesi, nell'ultima settimana 12 hanno chiuso in rialzo, ma 19 in ribasso

Settimana borsistica double face, quella appena passata, per il listino formato dalle quotate piemontesi. Infatti, 19 delle 32 società trattate in Piazza Affari, venerdì scorso hanno terminato la seduta con un ribasso rispetto a sette giorni prima, una – Ki Group – ha chiuso alla pari (0,80 euro), mentre le altre 12 hanno fatto registrare un prezzo superiore.
Le dodici che hanno avuto un rialzo rispetto a venerdì 15 sono Borgosesia (0,478 euro l'ultimo prezzo), Cdr Advance Capital (0,505), Centrale del Latte d'Italia (2,54), Cofide (0,494), Diasorin (119,1), Guala Closures (6,50), Intesa Sanpaolo (2,3425), Pattern (3,99), Prima Industrie (16,00), Reply (70,00), Sias (15,24), Ubi Banca (2,981).
Al contrario, hanno terminato la settimana con segno negativo Astm (28,02 il prezzo finale di venerdì scorso), Autogrill (9,255), Bim (0,115), Basicnet (5,15), Buzzi Unicem (22,70), Conafi (0,31), Cover50 (9,35), Dea Capital (1,392), Exor (69,30), Fca (13,364), Fidia (4,05), Iren (2,728), Italgas (5,704), Italia Independent (1,71), Juventus (1,412), Matica Fintec (2,0195), Pininfarina (1,662), Tinexta (11,24) e Visibilia Editore (0,30).

Nessun commento: