GiovedìScienza apre con Antonio Golini sul futuro demografico in Italia e Europa

GiovedìScienza, iniziativa sostenuta dalla Compagnia di San Paolo nell'ambito del Sistema Scienza Piemonte, nata nel 1987 per rispondere agli interrogativi dei cittadini su scienza e società, giunge alla trentaquattresima edizione e, ancora una volta, diventa il luogo dove pubblico e protagonisti della ricerca scientifica si incontrano, per approfondire e dibattere sui grandi temi di attualità e le principali tappe del progresso scientifico.
Dal passato che racconta l’emergenza climatica dei nostri giorni al calo demografico in atto nel Paese, dalle neuroscienze alla cardiochirurgia, dalla chimica del cibo allo sconfinato mondo dei microrganismi sulle piante. Dalla storia della scuola veterinaria piemontese, la più antica in Italia, a una storia fatta di macchine, uomini e buone idee: l’informatica nata a Ivrea.
La prima conferenza aperta al pubblico è fissata per il 14 novembre, a Torino: Antonio Golini, il più autorevole demografo italiano, affronterà le prospettive del futuro demografico italiano, europeo e mondiale dal punto di vista sociale, statistico e finanziario.
Le conferenze, in programma fino a marzo 2020, sono undici, più due appuntamenti dedicati alle scuole. Tre gli spazi torinesi che ospiteranno la rassegna: il Teatro Colosseo, l’Aula Magna della Cavallerizza Reale dell’Università e l’Aula Magna “Giovanni Agnelli” del Politecnico.
Confermata anche quest’anno la traduzione in Lis (Lingua dei Segni Italiana) di alcune conferenze con un’importante novità: il coinvolgimento di alcune sedi regionali Ens (Ente Nazionale Sordi), dove le conferenze saranno trasmesse in diretta live. Ai partecipanti sarà messo a disposizione un numero WhatsApp che consentirà loro di porre alcune domande al relatore nella parte finale della conferenza come è nella consuetudine degli incontri in sala.
Nell’ambito della trentaquattresima edizione si svolge anche la nona edizione del Premio Nazionale GiovedìScienza, il riconoscimento per la divulgazione scientifica rivolta ai ricercatori Under 35. Per il nono anno consecutivo è indetta una call per i ricercatori di tutta Italia, con un occhio attento anche all’imprenditorialità e all’innovazione – con i premi GiovedìScienza Futuro e Industria 4.0 – e il Premio speciale “Elena Benaduce” per le ricerche dedicate alla persona e al miglioramento della qualità della vita.
La nuova edizione di GiovedìScienza è ideata e organizzata dall’Associazione CentroScienza Onlus, promossa da Regione Piemonte e Comune di Torino, con il sostegno della Compagnia di San Paolo e il contributo di Fondazione Crt, Banca d’Alba, Camera di commercio di Torino, UniCredit. In collaborazione con Università degli Studi di Torino, Politecnico di Torino, Accademia delle Scienze di Torino, Città metropolitana di Torino, Ce.Se.Di Centro Servizi Didattici, Biblioteche Biviche Torinesi, Ambasciata di Francia – Institut Français.
Giovedì

Nessun commento: