La fusione Cofide-Cir approvata dai soci La nuova Cir avrà un flottante del 41,6%

I fratelli De Benedetti con il padre Carlo
Le Assemblee straordinarie degli azionisti di Cofide (Gruppo Fratelli De Benedetti) e della controllata Cir, oggi, 19 luglio, hanno approvato il progetto di fusione per incorporazione di Cir nella controllante Cofide. La fusione produrrà effetti civilistici e fiscali a partire dall’inizio di gennaio 2020, subordinatamente al completamento della relativa procedura societaria e alla stipula dell’atto di fusione. A decorrere dalla data di efficacia della fusione, Cofide modificherà la propria denominazione sociale in “Cir – Compagnie Industriali Riunite”.
Secondo quanto già annunciato al mercato, la fusione persegue i seguenti obiettivi:
a) semplificare la struttura societaria e di governance del gruppo, attraverso la concentrazione del ruolo di holding in un’unica società, accorciando altresì la catena di controllo rispetto alle società operative e ponendosi in linea con le migliori pratiche nazionali ed internazionali, nonché con le aspettative del mercato e delle autorità di regolazione; b)creare una società con una dimensione del flottante superiore sia in termini percentuali sia in valore assoluto, con la conseguente maggiore facilità di negoziazione delle azioni e appetibilità delle stesse per gli investitori; in particolare, il flottante della società risultante dalla fusione sarà pari a circa il 41,6% del capitale sociale a fronte dell’attuale 20% di Cir e del 29,5% di Cofide; c) eliminare le duplicazioni di costi di governance, amministrativi e di quotazione legati al mantenimento di due società holding quotate.
La fusione prevede l’applicazione del seguente rapporto di cambio: 2,01 azioni ordinarie Cofide dal valore nominale di 0,50 eurociascuna per ogni azione ordinaria Cir. Per servire il concambio, Cofide procederà all’aumento del proprio capitale sociale per massimi 292.633.357 di euro mediante emissione di massime n. 585.266.715 nuove azioni ordinarie dal valore nominale di 0,50 euro ciascuna, in applicazione del rapporto di cambio.
Le Assemblee hanno deliberato, con efficacia dalla data di perfezionamento della fusione, l’adozione delle modifiche statutarie conseguenti alla fusione. Il perfezionamento dell’operazione è subordinato al verificarsi di talune condizioni sospensive che risultano in parte avverate- L’Assemblea straordinaria di Cofide ha altresì deliberato un aumento del capitale a servizio dei piani di stock option adottati dal consiglio di amministrazione di Cir, a esito della fusione e della conseguente incorporazione di Cir in Cofide. L’esercizio dei diritti di opzione ai sensi dei predetti piani di stock option comporterà la sottoscrizione di azioni Cofide. Infine, l’assemblea Cofide, riunitasi anche in sede ordinaria, ha deliberato l’adozione di un nuovo piano di stock grant in sostituzione dei piani di stock grant adottati da Cir in favore dei propri amministratori e dirigenti, nonché di amministratori e dirigenti di alcune controllate, con efficacia subordinata al perfezionamento della fusione. Tale piano, con contenuto sostanzialmente in linea con i piani di stock grant di Cir, consentirà l’esercizio degli eventuali diritti già maturati e non esercitati dai beneficiari di tali piani o ancora in fase di maturazione.

Nessun commento: