Centrale del Latte d'Italia: cresce l'export ma chiude i primi 9 mesi ancora in rosso

Luigi Luzzati, presidente Centrale del Latte d'Italia
Centrale del Latte d’Italia, terzo player nazionale del mercato del latte, con leadership in Piemonte, Liguria, Toscana e Veneto, nei primi nove mesi 2018 ha registrato ricavi netti consolidati pari a 133,8 milioni (+1,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso) anche grazie al buon andamento delle esportazioni, salite a 2,6 milioni dai 944.000 euro precedenti).
Significativo il recupero della redditività, con il margine operativo lordo di 5,4 milioni a fronte dei 4,9 milioni di Euro emersi al 30 settembre 2017 (+9,4%). E' rimasto negativo, però, il risultato netto, pari a 646.000 euro (417.000 nei primi nove mesi dell'anno scorso. Ancora negativa anche la posizione finanziaria netta del Gruppo (76,4 milioni), a seguito dei maggiori fabbisogni di capitale circolante e alla prosecuzione degli investimenti per il rinnovo degli impianti e dei magazzini nei vari stabilimenti del Gruppo.
Il 15 ottobre scorso, la Centrale del Latte d’Italia ha sottoscritto l’accordo preventivo con l’Agenzia delle Entrate per l’accesso alla agevolazione fiscale del Patent Box per la determinazione del reddito agevolabile derivante dall’utilizzo dei marchi di proprietà per l’anno fiscale 2015 e per i successivi quattro anni. Il valore del beneficio fiscale relativo agli anni dal 2015 al 2017 sarà riportato nel bilancio dell’esercizio in corso.
Con quattro stabilimenti produttivi e 415 dipendenti, il gruppo Centrale del Latte d’Italia produce e commercializza circa 120 prodotti, dal latte e suoi derivati agli yogurt e alle bevande vegetali, che vengono distribuiti con i marchi TappoRosso, Mukki, Tigullio e Vicenza sui territori di riferimento attraverso oltre 16.000 punti vendita sia della grande distribuzione che del commercio tradizionale.

Presidente della Centrale del Latte d'Italia, della quale è azionista anche il Comune di Torino, è Luigi Luzzati, vice e amministratore delegato Riccardo Pozzoli. Nel Consiglio di amministrazione si trovano anche Elsa Fornero, Luciano Roasio, Alberto Tazzetti e Germano Turinetto.

Nessun commento: