Fondazione Crt ha stanziato altri 4 milioni per finanziare 284 nuove iniziative locali


Massimo Lapucci e Giovanni Quaglia, rispettivamente
Segretario generale e presidente Fondazione Crc
La Fondazione Crt ha assegnato 4 milioni di euro a 284 progetti riguardanti il territorio. E' il risultato della seconda sessione 2019 delle richieste ordinarie di contributi – ovvero non rientranti in alcun bando specifico della Fondazione – presentate da enti non profit attivi in Piemonte e Valle d'Aosta.
“Concludiamo il 2019 con il sostegno a circa trecento iniziative in 106 Comuni del Piemonte e della Valle d’Aosta: sono semi che germogliano e ravvivano il tessuto sociale e culturale, contribuendo a fare da collante per le comunità locali – ha dichiarato il presidente della Fondazione Crt,
Giovanni Quaglia – In linea con le nuove idee di futuro lanciate con gli Stati Generali, Fondazione Crt supporta le progettualità orientate ai valori dell’ambiente, della sostenibilità, dell’inclusione, della promozione dei giovani e anche numerosi eventi che si realizzano nelle realtà periferiche”.
Massimo Lapucci, Segretario generale della fondazione torinese di via XX Settembre, ha aggiunto:
“Il bando ‘Ordinarie’ della Fondazione Crt consente di realizzare centinaia di interventi estremamente diversificati e capillari per la tutela dell’ambiente, la ricerca, la formazione del capitale umano, il welfare, la cultura; in modo da migliorare il benessere delle persone e della collettività, obiettivo ultimo della filantropia istituzionale. Nella selezione delle proposte teniamo in particolare considerazione la sostenibilità dei progetti e la capacità delle associazioni di fare sistema sul territorio, attraverso lo sviluppo di reti e connessioni virtuose con enti locali e non profit”.
In particolare, per l’area
Welfare e Territorio, la Fondazione Crt ha stanziato124 contributi per un importo complessivo di oltre 1,5 milioni di euro,a sostegno di una pluralità di interventi, quali l’iniziativa dell’Associazione Eco dalle Città “Ecomori ed azioni di recupero e ridistribuzione dell'eccedenze alimentari”, per l’integrazione lavorativa dei richiedenti asilo; le attività di promozione internazionale legate a “Torino città del cinema 2020”; l’apertura da parte dell’Associazione Rete Dafne Onlus di tre sportelli per l'accoglienza e l'assistenza per le vittime di reato e i loro familiari ad Asti, a Cuneo e a Rivarolo; il progetto “Puliamo insieme - Edizione 2020” di Asti. che prevede la sensibilizzazione e l’educazione ambientale di cittadini e studenti con attività di pulizia e la costruzione di una rete per la protezione del territorio.
Inoltre,il progetto dell’Unione Montana Alta Val Tanaro per il potenziamento delle corse del Treno Storico Turistico a Garessio; l’iniziativa dell’Associazione Novarese Volontari per Anziani di distribuzione gratuita di borse della spesa in occasione delle festività natalizie; il progetto “Artisti per la Natura: alla scoperta delle nuove Aree protette del Po Piemontese” dell’Ente di gestione delle aree protette del Po Vercellese-Alessandrino; l’acquisto di mezzi e dotazioni per affiancare le unità cinofile del Nucleo provinciale di Protezione Civile Anc Cuneo nella ricerca di persone scomparse.
Un contributo significativo di
250.000 euro è stato destinato al Coordinamento Regionale del volontariato di Protezione Civile del Piemonte per l’acquisto di un nuovo mezzo.
Per l’area
Ricerca e Istruzione sono stati approvati 123 contributi, per oltre 2,1 milioni di euro: oltre 800.000 mila euro agli Atenei e circa 1,3 milioni di euro a enti del territorio. Il sostegno della Fondazione Crt va, in particolare, a manifestazioni di rilievo come “Giovedì Scienza” e all’attività di ricerca di realtà di eccellenza come la Fondazione Edo ed Elvo Tempia Valenta Onlus di Biella.
I contributi per la ricerca sono destinati non solo ai dipartimenti universitari, ma anche ai centri di alto livello, quali l’Istituto Zooprofilattico e gli istituti del Cnr che operano in Piemonte e Valle d’Aosta. Fondazione Crt sostiene anche progetti di innovazione tecnologica nel settore dell’alimentazione e dell’agricoltura locale, la ricerca oncologica e, più in generale, in campo medico.
Tra i progetti didattici spicca “Io-ascolto”, a cavallo tra neuroscienze, informatica e ingegneria, finalizzato a potenziare le capacità di apprendimento dei bambini con programmi innovativi e inclusivi. Sempre in ambito scolastico, particolare attenzione è rivolta ai bisogni educativi speciali, all’inclusione e alle attività extracurriculari capaci di sviluppare nei ragazzi competenze trasversali e approcci innovativi ai vari campi del sapere. Inoltre, sia nella ricerca sia nell’istruzione, Fondazione Crt promuove iniziative incentrate sul valore della sostenibilità ambientale.
Nel campo
Arte e Cultura sono 37 i contributi, per complessivi 376 mila euro, a sostegno, in particolare, di premi e concorsi letterari, iniziative culturali e di valorizzazione del patrimonio storico-artistico, attività museali, progetti di diffusione della lettura e di inclusione attraverso la cultura.
Tra i numerosi enti destinatari di contributo figurano il Festival Scarabocchi del Circolo dei Lettori di Novara, una festa per bambini e famiglie nella città e nelle scuole dell’infanzia ed elementari di Novara; Seeyousound, il primo ed unico festival in Italia dedicato al cinema internazionale a tematica musicale; la stagione concertistica 2019-2020 del concorso internazionale di musica Gian Battista Viotti a Vercelli, il progetto “Creativamente Roero 2020 - Residenze d'artista tra Borghi e Castelli” di Alba, che ha l’obiettivo di costruire una rete per la valorizzazione dei Borghi storici del Roero e dei luoghi legati a vino e creatività coinvolgendo artisti nazionali e internazionali; “Librinfesta2020 Alessandria: gioco di squadra”, il festival della letteratura per ragazzi che da sedici anni porta in città i più grandi autori per i più piccoli; la valorizzazione dell'area archeologica di Ornavasso del Verbano-Cusio-Ossola.

Nessun commento: