Borsa: riscossa Juve, Buzzi sopra i 21 euro Visibilia Editore vara aumento di capitale

Cristiano Ronaldo
Riscossa della Juventus in Borsa. Oggi, 30 settembre, il titolo della società bianconera è stato quello che ha fatto registrare il maggior rialzo di tutto il listino formato dalle blue chip, le 40 principali quotate in Piazza Affari. L'ultimo prezzo dell'azione Juventus, infatti, è stato di 1,34 euro, superiore del 2,29% a quello di venerdì scorso. E questo mentre l'indice Ftse Mib ha chiuso con l'incremento dello 0,41% a 22.108 punti.
Oltre alla medaglia d'oro conquistata dalla Juventus, nella seduta borsistica odierna, un'altra blue chip ha conquistato la medaglia d'argento: si tratta di Buzzi Unicem, che ha incrementato il suo prezzo del 2,19% portandolo a superare i 21 euro, quota che non raggiungeva dal giugno dell'anno scorso.
Ancora meglio hanno fatto altre due big subalpine, che però, non fanno parte del listino Ftse Mib: Astm e la sua controllata Sias, facenti capo ai Gavio di Tortona. L'azione Astm ha incrementato il suo valore del 3,60% e del 3,29% la Sias. Ma, oggi, hanno avuto rialzi superiori al 2% anche Basicnet (+2,92%), Cover50 (+2,60%), Ki Group (+2,15%), M&C (+2,21%) e Visibilia Editore (+3,28%).
A proposito di Visibilia Editore, controllata e presieduta da Daniela Santanchè, oggi ha comunicato i risultati conseguiti nel primo semestre: il valore della produzione è sceso a 1,870 milioni (1,977 milioni nello stesso periodo dell'anno scorso), margine operativo lordo negativo per 52.253 euro, perdita netta di 351,977 euro, a fronte dei 179.893 del primo semestre 2018. Il patrimonio netto al 30 giugno è calato a 1,194 milioni.
Il consiglio di amministrazione di Visibilia Editore ha dato il via all'aumento di capitale da 1,732 milioni, a pagamento, al prezzo unitario di 0,30 euro per azione e con rapporto di opzione di nove nuove azioni ogni due già possedute.
Tornando, alle contrattazioni odierne delle quotate piemontesi, va rilevato che confronti negativi rispetto alle quotazioni di venerdì scorso sono emersi, invece, per Autogrill (-0,17%), Bim (-1,09%), Dea Capital (-0,29%), Exor (-0,07%), Italia Independent (-9,04%), Pininfarina (-0,94%), Prima Industrie (-0,17%) e Tinexta (-0,33%).

Nessun commento: