Piazza Affari: recupero boom della Bim dopo aver toccato il fondo di 0,113 euro

Quasi incredibile. Oggi, 8 agosto, l'azione che ha fatto registrare il maggior rialzo percentuale di tutta la Borsa di Milano è stata quella di Bim Banca Intermobilare, la private bank torinese controllata dal fondo Trinity dell'inglese Attestor con l'86,32% del capitale. L'ultimo prezzo di Bim è stato di 0,133 euro, superiore del 17,70% a quello di ieri – 0,1130 euro – che, però, ha rappresentato il nuovo record negativo.
Più significativo, perciò, è l'incremento del 3,72% fatto segnare, nella seduta odierna, da Buzzi Unicem, una delle otto blue chip piemontesi. Buzzi Unicem ha chiuso a 18,98 euro e il suo rialzo è stato il terzo più alto del listino Ftse Mib, composto dalle 40 principali società negoziate in Piazza Affari.
A proposito di Ftse Mib, va rilevato che oggi l'indice è risultato di 20.841 punti, superiore dell'1,47% a ieri, nonostante la situazione politica italiana, che, invece, ha fatto balzare lo spread.
L'andamento favorevole del mercato odierno, però, non si è riflesso su Astm (-0,20%), Basicnet (-0,55%), Centrale del Latte d'Italia (-1,15%), Fidia (-0,86%), Italia Independent (-2,21%), Ki Group (-3,67%), M&C (-0,54%), Prima Industrie (-1,50%) e Visibilia Editore (-1,69%).
Invece, rialzi superiori a quello dell'indice Ftse Mib sono stati fatti segnare da Cover 50 (+3,89%), Exor (+1,49%), Guala Closures (+1,98%), Intesa Sanpaolo (+1,85%), Patterm (+1,69%), Tinexta (+3,32%) e Ubi Banca (+2,14%).

Nessun commento: