La Borsa premia Fca col rialzo del 7,98% ma ancora di più Renault salita del 12,15% Di Conafi il maggior ribasso della giornata

Alla Borsa è piaciuta, oggi, 27 maggio, la proposta di matrimonio fatta da Fca a Renault. Infatti, Piazza Affari ha premiato l'azione Fca con il rialzo del 7,98% a 12,37 euro e l'azione Renault addirittura con l'aumento del 12,15% a 56,30 euro. Così, il titolo della Casa francese ha fatto registrare il maggior aumento di tutta la Borsa di Milano e Fca è risultato il primo del listino Ftse Mib, che rappresenta le 40 principali quotate.
Il balzo di Fca si è riflesso, naturalmente, su Exor, la controllante della società automobilistica guidata da John Elkann (presidente) e Mike Manley, amministratore delegato. L'ultimo prezzo di Exor è stato di 59,98 euro, superiore del 6,12% a quello di venerdì scorso, quando ancora non si sapeva nulla del progetto di fusione tra le due big a quattro ruote.
Il rialzo di Exor è stato il secondo più alto del paniere Ftse Mib e il settimo assoluto di Piazza Affari, tre posizioni meno di Fca. Nella top ten odierna degli aumenti è entrata anche Bim Banca Intermobiliare, che ha chiuso a 0,1435 euro (+5,13%, che vale il nono posto).
Un'altra torinese ha subito, invece, il maggior ribasso di tutta la Borsa milanese. Si tratta di Conafi, il cui titolo ha terminato la seduta odierna a 0,321 euro, il 19,75% in meno rispetto a venerdì scorso.
Con la perdita del 6,18%, la sesta più pesante di Piazza Affari, ha chiuso Peugeot, la Casa francese storica rivale di Renault e, qualche settimana fa, aspirante a un grande accordo con Fca. Il numero uno del gruppo Psa (Peugeot-Citroen-Ds-Opel-Vauxhall) aveva fatto avances, ma non se ne è fatto nulla. Probabilmente, erano già in corso colloqui tra la coppia Elkann-Manley e il vertice di Renault, con il beneplacito del governo francese, che ne è azionista di rilievo.
Comunque, le quotazioni di Fca e Exor sono risultate ben lontane dai massimi raggiunti l'anno scorso. Il 29 gennaio 2018, l'azione Fca aveva toccato quota 19,844 euro, mentre il record storico di Exor, 65,42 euro, è stato registrato il 15 maggio 2018. In particolare, la capitalizzazione di Fca è ancora di 19,384 miliardi euro.
Oggi, quando l'indice Ftse Mib è sceso a 20.363 punti (-0,06%), le altre piemontesi che hanno avuto rialzi delle rispettive azioni sono state Astm (+1,19%), Centrale del Latte d'Italia (+1,51%), Cover 50 (+1,05%), Fidia (+4,09%), M&C (+3,24%), Prima Industrie (+1,97%), Sias (+1,90%) , Visibilia Editore (+0,66%) e Tinexta (+2,18%). Quest'ultima ha conquistato il suo nuovo primato storico chiudendo a 13,14 euro.

Nessun commento: