Marco Boglione: Basicnet con il nuovo Cda punta a fare il grande salto dimensionale

Alessandro Boglione
Lorenzo Boglione
 Con oggi si apre un nuovo ciclo per la Basicnet”: lo ha dichiarato il fondatore e presidente, Marco Boglione, subito dopo l'assemblea dei soci, che ha approvato il bilancio 2018, la distribuzione di un dividendo di 6,5 milioni (0,12 euro per azione) e ha eletto i nuovi amministratori. “L’obiettivo del nuovo Consiglio di amministrazione – ha aggiunto Boglione- è quello di lavorare con passione affinché Basicnet possa allungare il passo intrapreso con successo nello scorso triennio e continui a essere un'azienda sempre più giovane, competente, creativa, ambiziosa e tenace, per poter fare quel grande salto di dimensione che si merita.”
Il nuovo Consiglio di amministrazione è composto da Marco Boglione, Alessandro Boglione, Lorenzo Boglione, Veerle Bouckaert, Paola Bruschi, Cristiano Fiorio, Francesco Genovese, Renate Marianne Hendlmeier, Alessandro Jorio, Adriano Marconetto, Daniela Ovazza, Carlo Pavesio, Federico Trono, tutti presentati da BasicWorl, che ha il 33,128% del capitale di Basicnet; oltre che da Elisa Corghi, presentata da una lista di soci detentori del 12,33% delle azioni.
Il nuovo Consiglio di amministrazione, riunitosi dopo l’assemblea, ha riconfermato a Daniela Ovazza la carica di vice presidente e nominato Federico Trono amministratore delegato.
Alessandro e Lorenzo Boglione sono figli del presidente Marco. Entrambi nati a Torino (Lorenzo nel 1986 e Alessandro due anni dopo), laureati in Economia aziendale sotto la Mole, poi master in management all'Escp Europe. Alessandro è presidente di diverse società del gruppo della famiglia e amministratore delegato di Basic Italia, Lorenzo è vice presidente sales di Basicnet. Torinese è anche Federico Trono, classe 1973, laurea in Ingegneria gestionale al “Poli”.
Nel primo trimestre di quest'anno il gruppo Basicnet ha registrato vendite aggregate per 241,653 milioni (+16,1%) e un fatturato consolidato di 74,610 milioni (+38,9%). Nell'ultima seduta di Borsa l'azione ha quotato 5,65 euro, prezzo inferiore dell'1,40% al precedente. La società è valutata da Piazza Affari 344.6 milioni.

Nessun commento: