Casa Torino, prezzo medio sceso dell'1,6%

Aumentate le compravendite, diminuiti i prezzi. In estrema sintesi, è questo che dice il mercato 2018 torinese della casa. In attesa del consuntivo dell'Osservatorio immobiliare della Agenzia delle Entrate relativo ai passaggi di proprietà nell'intero anno passato (2.882 nel terzo trimestre, il 4,5% in più rispetto allo stesso periodo 2017), vanno rilevati i risultati dell'ultimo rapporto di Immobiliare.it sull'evoluzione dei prezzi.
A Torino, il prezzo medio delle abitazioni, a dicembre 2018, è sceso a 1.681 euro a metro quadrato, l'1,6% in meno rispetto a 12 mesi prima. La percentuale del calo è esattamente doppia rispetto a quella media dell'Italia, dove il prezzo medio della casa è risultato di 1.883 euro a metro quadrato. In particolare, il prezzo è sceso dell,1,1% nelle città con meno di 250.000 abitanti (1.635 euro), mentre è salito dello 0,4% quello medio delle città con oltre 250.000 abitanti (2.551 euro).
Dei 20 capoluoghi di regione, otto hanno evidenziato rincari delle abitazioni, in uno (Cagliari) il prezzo medio richiesto è rimasto uguale a dicembre 2017, mentre è diminuito in tutti gli altri. Oltre che a Torino, il prezzo medio si è ridotto a Campobasso (-9,3%), Ancona (6,9%), Potenza (6,8%), L'Aquila (6,5%), Genova (4,7%), Catanzaro (4,2%), Palermo (2,3%), Perugia (2,2%), Bari (2,1%) e Roma (1,8%).
Invece, è aumentato a Firenze (5,2%), Venezia (5%), Trento (3,8), Bologna (3,7), Milano (2,7), Trieste (2,6), Aosta (1,5) e Napoli (0,1).
Firenze è il capoluogo regionale che presenta il prezzo medio delle case più alto in Italia: 3.705 euro a metro quadrato, superiore anche ai 3.332 euro di Milano e i 3.173 di Roma. Torino è undicesima.

Nessun commento: