Bper incorpora le Casse di Bra e Saluzzo

La Cassa di risparmio di Bra e quella di Saluzzo saranno incorporate nella Bper Banca, del cui gruppo già fanno parte (la Cassa di Risparmio è posseduta dall'istituto modenese al 100% e quella di Bra all'84,3%). L'incorporazione delle due storiche Casse di risparmio cuneesi è prevista nel piano industriale 2019-2021, appena presentato dalla Bper, che incorporerà anche Unipol Banca, appena acquisita (Unipol Gruppo, però, è diventato il primo azionista di Bper Banca con il 15,06% del capitale, mentre secondo socio è la Fondazione di Sardegna con il 3,02% e terzo la Fondazioen Cassa di risparmio di Modena con il 3%).
Il nuovo piano di Bper Banca è caratterizzato da una forte attenzione al contenimento dei costi, da realizzare attraverso la razionalizzazione e semplificazione del modello distributivo, della struttura societaria e dei processi interni, l’ottimizzazione del dimensionamento degli organici e la riduzione della complessità organizzativa. Inoltre, sono previste ulteriori sinergie di costo legate alla creazione di un centro specializzato nel comparto real estate, che si occuperà di ottimizzare la gestione delle proprietà immobiliari del gruppo.
In particolare, saranno chiuse circa 230 filiali, di cui il 50% entro la fine di quest'anno (attualmente ne ha 1.218) ed entro la fine del 2021 l'organico sarà ridotto di 1.300 dipendenti, in seguito a 1.700 uscite complessive (circa 1.500 dipendenti e 230 lavoratori interinali). Vi saranno, comunque, circa 400 assunzioni. La riduzione dei costi di gestione risulterà del 2,6%.
La Cassa di risparmio di Bra ha 28 filiali, una in meno di quella di Saluzzo. 
Secondo il nuovo piano triennale, Bper Banca chiuderà il 2021 con un utile netto di 450 milioni di euro, a fronte dei 402 del 2018 e un cost/income del 59%. Nel periodo avrà un dividend payout medio del 25%.

Nessun commento: