Mercato auto: boom Jeep non basta a Fca calate le vendite di Fiat, Alfa e Maserati

La Jeep Renegade
La Jeep non basta a salvare il risultato commerciale di Fca in Italia. Lo confermano i dati del mercato di dicembre e dell'intero 2018. Nell'ultimo mese dell'anno appena passato, nel nostro Paese, Jeep ha avuto 6.664 acquirenti, il 60,31% in più rispetto al dicembre precedente; ma sono risultate 31.806 le vendite del gruppo Fiat Chrysler Automobiles, l'1,10% in meno. Neppure il miracolo della Lancia, che ha fatto registrare 4.355 nuove immatricolazioni (+38,65%) è stato sufficiente. E tanto meno il raddoppio della Ferrari, della quale sono stati comprati 17 esemplari, nove in più.

A mandare in rosso il bilancio commerciale del gruppo guidato da Mike Manley, nel mese scorso, sono state Fiat, le cui immatricolazioni sono state 18.710 (-14,29% rispetto a dicembre 2017), l'Alfa Romeo che ne ha contate 1.919 (-33,23%) e la Maserati scesa a 141 (-6,62%).
Quanto all'intero 2018, la maggiore differenza è data dalla moribonda Lancia, che ha avuto una perdita del 19,65%) avendo fatto registrare 48.557 immatricolazioni a fronte delle 60.341 di tutto il 2017. Dall'inizio di gennaio alla fine di dicembre 2018, Fiat ha venduto 323.432 vetture nuove (-19,65%), l'Alfa Romeo (-4,90%), la Maserati 2.762 (-5,35) e la Ferrari 399 (+15,99%). Totale del gruppo Fca 502.707 (-10,37% rispetto alle 560.869 del 2017).
L'insieme delle marche attive nel nostro Paese ha fatto registrare 124.078 nuove immatricolazioni in dicembre (+1,96% rispetto allo stesso mese 2017) e 1.910.025 dal primo giorno del 2018 (-3,11% rispetto ai 12 mesi del 2017).
Di conseguenza, sono ancora calate le quote del gruppo controllato dalla famiglia degli eredi del fondatore della Fiat: al 25,63% nel mese scorso (dal 26,43% precedente) e al 26,32% come media annuale (dal 28,45%).
Primo venditore straniero in Italia è risultato il gruppo Volkswagen in dicembre (18.929 immatricolazioni e quota del 15,26%), ma Psa nell'intero 2018. Infatti, Psa, che dispone dei marchi Peugeot, Citroen, Ds e Opel, nell'anno ha avuto 289.267 acquirenti e la quota del 15,14%, a fronte dei 271.091 e della quota del 14,19% del gruppo Volkswagen, nella cui scuderia si trovano anche Audi, Seat, Skoda e Lamborghini.
Il gruppo Renault ha contato 14.336 immatricolazioni, corrispondenti alla quota dell'11,55% in dicembre e 186.753 (9,78%) nei dodici mesi; Ford rispettivamente 7.514 (6,06%) e 129.563 (6,78%). Seguono: i gruppi Toyota (5.431 immatricolazioni in dicembre e 91.807 nell'intero 2018), Daimler-Mercedes (5.750 e 85.938), Bmw (4.621 e 77.650) e Nissan (3.013 e 55.206).
Posta un commento