Fca sorpassato in Europa dal gruppo Bmw nel 2018 crollo della Lancia ma boom Jeep

Jeep Renegade, un successo in Europa
La gloriosa Lancia, destinata a scomparire, è la marca che, l'anno, ha fatto registrare il maggior calo di nuove immatricolazioni nel mercato europeo. Nel 2018, infatti, nel Vecchio Continente ha vendute 48.854 vetture, il 19,8% in meno rispetto alle 60.885 del 2017. Nessun altra Casa ha perso tanto. Land Rover ha perso il 14% (scendendo a 130.369 nuove immatricolazioni), la Nissan il 12,8% (493.304 vendite), Audi il 12,4% (724.168), la Fiat l'8,8% (711.285), la Maserati, con la Dodge, l'8,1% (9.559); Renault il 3,9% (1.105.778) come la Porsche (70.504), l'Alfa Romeo il 3,4% (82.939) come la Honda (135.584), la Mercedes il 2,5% (871.221), la Ford il 2,4% (994.397).
A livello di gruppi, il confronto più rosso è quello di Jaguar Land Rover (-3,1% rispetto al 2017), più rosso anche dei gruppi Daimler (-2,3%) e Fca (-2,3%).
In particolare, le nuove immatricolazioni di Fca sono risultate 1.021.311, inferiori a 1.045.074 del 2017, nonostante il boom della Jeep, che ha venduto 168.674 vetture, il 55,6% in più rispetto all'anno precedente. Unica marca del gruppo con un saldo positivo, la Jeep ha conquistato l'1,1% del mercato continentale, che è stato di 15.624.486 nuove immatricolazioni, 3.931 in meno. Nonostante il contributo della Jeep, la quota europea di Fca è scesa dal 6,7 al 6,5%, sancendo così il sorpasso da parte del gruppo Bmw (6,6%), anche se le sue immatricolazioni sono calate dell'1% a 1.033.211.
Come da diverso tempo, campione di vendite in Europa si è confermato il gruppo Volkswagen con la quota del 23,9% (corrispondente a 3.733.427 nuove immatricolazioni), affiancato, sul podio, dal gruppo Psa, formato dalle marche Peugeot, Citroen, Ds, Opel e Vauxhall, con il 16% (2.499.522) e dal gruppo Renault con il 10,5% (1.641.156).
Al quarto posto, appunto, il gruppo Bmw, davanti a Fca, Ford (6,4%), Daimler (6,2%), Toyota (4,9%), Hiunday (3,5%), Kia e Nissan (3,2% ciascuno).
A proposito delle tre marche tedesche premium, cioè Audi, Bmw e Mercedes, l'Economia Nord Ovest, inserto del lunedì del Corriere Torino, ha pubblicato che il “triangolare” piemontese edizione 2018, è finito con Bmw prima in quattro delle otto province, ma seconda nella classifica per numero di vetture vendute in tutta la regione, battuta dall'Audi, vincitrice assoluta e in tre province; mentre Mercedes si è consolata con il trionfo nel Cuneese, dove ha staccato di diverse lunghezze le due rivali.
In tutto l'anno scorso, in Piemonte, Audi ha fatto registrare 3.945 nuove immatricolazioni, Bmw 3.735 e Mercedes 3.311.
La marca di lusso del gruppo Volkswagen ha avuto la meglio sulle altre due tedesche nel Biellese (251 immatricolazioni contro le 172 di Bmw e le 116 di Mercedes), nel Novarese (726 acquirenti a fronte dei 391 di Bmw e i 264 di Mercedes) e nel Verbano-Cusio-Ossola, dove ha venduto 106 vetture nuove, rispetto alle 62 di Bmw e le 81 di Mercedes.
Invece, la Casa di Monaco di Baviera ha conquistato le province di Alessandria (462 immatricolazioni contro le 437 di Audi e le 403 di Mercedes), Asti (284 a fronte delle 133 di Audi e le 167 di Mercedes), Torino (1.771, mentre sono state 1.757 quelle dell'Audi e 1.499 della Mercedes) e Vercelli (112 rispetto ai 103 acquirenti di Audi e gli 88 di Mercedes).
Il costruttore di Stoccarda caratterizzato dalla stella a tre punte ha nettamente superato le due concorrenti connazionali nella provincia di Cuneo, dove ha fatto registrare, dal primo giorno di gennaio all'ultimo dell'anno appena passato, 693 nuove immatricolazioni, mentre ne hanno contate 432 l'Audi e 481 la Bmw.
Nel 2018, il trio tedesco del lusso ha conquistato il 6,2% del mercato automobilistico piemontese, media condizionata dal minimo del 4,3% nel Torinese, condizionato naturalmente da Fca.

Nessun commento: