Auto, in calo produzione ed esportazioni

Nuovo calo della produzione italiana di auto. Come stimato dall'Anfia, l'associazione nazionale dell'industria automotive, in agosto sono uscite dagli stabilimenti del nostro Paese poco più di 22.000 vetture, il 2% in meno rispetto ad agosto 2017. Così la produzione dei primi otto mesi è risultata di quasi 470.000 esemplari, il 6% in meno rispetto allo stesso periodo del 2017.
Il valore delle esportazioni di autoveicoli dall’Italia in luglio è stato è di 2,02 miliardi di euro, il 4,7% del totale esportato e risulta in flessione del 6%. L’import di autoveicoli, invece, è ammontato 2,44 miliardi di euro (+1,4%), pari al 6,6% del totale importato in Italia. Gli Stati Uniti continuano a rappresentare, in valore, il primo Paese di destinazione per l’export di autoveicoli dall’Italia, con una quota del 24%. Seguono Francia e Germania, entrambe con una quota del 13%.
“La produzione dell’industria automotive italiana nel suo insieme ha registrato in agosto un calo tendenziale del 5,5%, che fa seguito a quelli di luglio (-5,9%) di maggio(-0,8%) e di marzo (-1,8%) mentre era aumentata in giugno (+4,6%), aprile (+3,1%) , febbraio (+1,8%) e gennaio (+2,3%)” ha precisato Gianmarco Giorda, direttore dell'Anfia.
Nel periodo gennaio-luglio 2018, l’indice del fatturato ha registrato un incremento dell’1%, con una componente interna in diminuzione del 4,2% a fronte dell'aumento del 7,1% del fatturato estero.
In luglio, inoltre, gli ordinativi per il settore automotive nel suo complesso sono risultati in crescita dell’8,9%, in funzione di una componente interna in crescita del 9,1% e di una componente estera in aumento dell’8,5%. Nei primi sette mesi del 2018 gli ordinativi sono aumentati del 3,5% (+0,8% nel mercato interno e +7,2% nel mercato estero).
Quanto al fatturato dell'intero settore automotive ha evidenziato una flessione del 3,3% in luglio e dello 0,2% nei primi sette mesi (-0,1% il fatturato interno e -0,4% quello estero).

Nessun commento: