Giovanni Quaglia nuovo presidente Comitato di Supporto del colosso Cdp

Giovanni Quaglia con Giuseppe Guzzetti, presidente dell'Acri
Nuovo incarico, importante e prestigioso, per Giovanni Quaglia, numero uno della Fondazione Crt. Quaglia, infatti, è stato nominato, all'unanimità, presidente del Comitato di Supporto della Cassa Depositi e Prestiti (Cdp), il colosso finanziario leva economica del Governo. La responsabilità gli è stata affidata nella seduta d'insediamento del Comitato appena rinnovato dall'assemblea delle 61 Fondazioni di origine bancaria azioniste della Cdp, della quale il ministero dell'Economia e delle Finanze (Mef) possiede oltre l'80% del capitale.
I nove componenti del nuovo Comitato di Supporto sono Giovanni Quaglia, Francesco Profumo (presidente della Compagnia di San Paolo) e i presidenti delle rispettive Fondazioni di Modena (Paolo Cavicchioli), Bolzano (Konrad Bergmeister), Venezia (Giampietro Brunello), Savona (Federico Delfino), Lucca (Marcello Bertocchini) Teramo (Enrica Salvatore), Spoleto (Sergio Zinni).
Il Comitato di Supporto, che ha una funzione di analisi e approfondimento degli investimenti e delle operazioni societarie di rilievo effettuate dal Consiglio di Amministrazione di Cassa Depositi e Prestiti, si impegnerà per consolidare il rapporto tra le Fondazioni azioniste e CDP, e si farà carico delle istanze provenienti dalle Fondazioni stesse e dai loro territori, proponendo e promuovendo iniziative congiunte anche identificando nuove opportunità di investimento, a partire dal social housing e dalle reti infrastrutturali materiali e immateriali”, ha dichiarato Giovanni Quaglia, subito dopo aver ringraziato Massimo Tononi e Fabrizio Palermo, presidente della Cdp il primo e amministratore delegato l'altro, avendone apprezzato l’intenzione, chiaramente manifestata, di collaborare con le Fondazioni e di rivolgere la massima attenzione ai territori.
Quaglia aggiunge la nuova presidenza a quelle della Fondazione Crt, dell'Associazione delle 12 Fondazioni di origine bancaria del Piemonte e della Ream Sgr, oltre che alla vice presidenza di Equiter e, fra l'altro, all'incarico di consigliere di amministrazione della quotata Sias (gruppo Gavio) e dell'Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo, conosciuta come l'Università del Gusto, promossa da Carlin Petrini e da Slow Food. 
Inoltre, Giovanni Quaglia è docente di Economia e Direzione delle Imprese all'Università di Torino (Dipartimento di Management - Sezione di Economia e Direzione delle Imprese), revisore ufficiale dei conti, giornalista pubblicista. Ha una consolidata esperienza al vertice di società anche quotate, enti, istituzioni (è stato sindaco della natia Genola per 11 anni, presidente della Provincia di Cuneo dal 1988 al 2004 e consigliere della Regione Piemonte), associazioni culturali e organizzazioni non profit. È stato anche consigliere di amministrazione di Unicredit.
È autore di numerose pubblicazioni scientifiche su temi economici e filantropici ed è stato insignito di diversi titoli onorifici tra i quali: Cavaliere di Gran Croce della Repubblica italiana da parte di Carlo Azeglio Ciampi e e Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine di San Gregorio Magno da parte di Papa Francesco, nel 2017. Nel 1995 ha avito, dal ministro della Pubblica Istruzione, la Medaglia d’oro di prima classe per meriti particolari nel settore della cultura, dell’arte e dell’istruzione.

Nessun commento: