Il Premio Carta 4.0 a Urbano Cairo (Rcs) per l'edizione torinese del "Corriere"

Urbano Cairo, numero 1 di Rcs MediaGroup

“Come sarebbe il mondo senza la carta?”. Questo interrogativo è il tema della tavola rotonda in programma al Salone Internazionale del Libro di Torino, giovedì 10 maggio (inizio ore 12). Iniziativa organizzata dall'Unione Industriale di Torino e dalla Federazione Carta e Grafica, con lo scopo di analizzare la rilevanza che la carta continua ad avere nella nostra vita, nonostante la digitalizzazione e la crescente dematerializzazione.
Fra l'altro, la filiera rappresentata dalla Federazione Carta e Grafica, che associa Acimga (macchine per la grafica e cartotecnica), Assocarta (carta e cartone), Assografici (grafica e cartotecnica) più l'Unione Grafici di Milano e Comieco, esprime un fatturato di 23,7 miliardi euro (nel 2016), generato da 18.600 imprese, con circa 170.000 addetti.
Nel contesto della tavola rotonda l'Unione Industriale – come ha comunicato l'organizzazione torinese presieduta da Dario Gallina e diretta da Giuseppe Gherzi – e la Federazione Carta e Grafica assegneranno il Premio Carta 4.0, giunto alla seconda edizione. “Il riconoscimento – si legge nella nota – verrà consegnato a un editore di cui verrà svelato il nome nel corso della stessa manifestazione”.
Inevitabile, a questo punto, la caccia al premiato, che, secondo fonti attendibilissime, è Urbano Cairo. Diversi soggetti hanno riferito che il destinatario del Premio Carta 4.0 di quest'anno è il numero 1 della Cairo Communication e della sua controllata Rcs MediaGroup.
Umberto La Rocca, responsabile del Corriere Torino
A rendere assolutamente credibile l'indiscrezione è anche la constatazione della fiducia di Urbano Cairo nella carta stampata, tale da portarlo a lanciare il “Corriere Torino”, edizione locale del Corriere della Sera (Rcs MediaGroup). Un'operazione in totale controdenza, ma che si sta rivelando un altro successo dell'imprenditore alessandrino, fra l'altro patron del Torino Calcio.
Il Corriere Torino, della cui redazione è responsabile Umberto La Rocca, si è già affermato, per la sua alta qualità, sotto la Mole, nella provincia e nel resto del Piemonte. In meno di sei mese dal primo numero è già diventato un punto di riferimento e di costante attenzione della classe dirigente regionale, oltre che di tanti esponenti del sistema economico, accademico, delle libere professioni e del variegato mondo della cultura.

Nessun commento: