"Patent box" per Diasorin e Sambonet Quando il fisco riconosce la creatività

Quando il Fisco fa il buono. Diasorin, la multinazionale vercellese di Saluggia leeader globale nel campo della diagnostica in vitro (offre il più ampio menù di test di specialità nel mercato dell'immunodiagnostica e nuovi test di diagnostica molecolare) stima in 16-18 milioni di euro il beneficio fiscale derivante dall'accordo che ha appena siglato con l'Agenzia delle Entrate per l'accesso alla agevolazione concessa dal Patent box.
Il Patent box, introdotto in Italia con la legge di stabilità 2015, prevede la tassazione agevolata per i redditi che derivano dallo sfruttamento di opere di ingegno, brevetti, marchi e altri beni immateriali. Le imprese che aderiscono al Patent box rscludono dalla base imponibile fino al 50% dei ricavi derivanti dallo sfruttamento commerciale dei beni intangibili. Inoltre, è garantita la certezza del trattamento fiscale grazie agli accordi preventivi (ruling) con l'Agenzia delle Entrate.
L'intesa di Diasorin si riferisce al triennio 2015-2017. A capo dell'omonimo gruppo che conta oltre 1.700 dipendenti e ha fatturato quasi 470 milioni nei primi nove mesi 2017 (è previsto che i ricavi ammonteranno a 735 milioni nel 2019), Diasorin in Borsa è stata valutata fino a 4,5 miliardi. Presidente è il torinese Gustavo Denegri e vice il figlio Michele. Denegri possiede poco meno del 45% del capitale della società, della quale il secondo maggior azionista è Carlo Rosa, l'amministratore delegato.
A proposito ancora di Patent box, nei giorni scorsi, il ministero dell'Economia e delle Finanze ha comunicato che finora sono stati 435 gli accordi relativi al Patent box finora conclusi e di questi 431 nel solo 2017.
Tra le imprese piemontesi che hanno sottoscritto la relativa intesa con l'Agenzia delle Entrate figura anche la Sambonet Paderno (articoli di design per la tavola e la cucina), industria novarese di Orfengo. La Sambonet Paderno fa capo interamente alla holding Arcturus Group dei fratelli monferrini Pierluigi e Franco Coppo, rispettivamente presidente e amministratore delegato della Sambonet Paderno, una delle diverse società che lo compongono e che hanno 13 marchi prestigiosi, compresi Rosenthal ad Arthur Krupp, Raynaud, Ercuis, Arzberg.
Arcturus Group, che vende i suoi prodotti in quasi cento Paesi, conta circa 1.300 dipendenti. Il suo presidente, Pierluigi Coppo, è stato nominato Cavaliere del Lavoro, nel 2016, dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Carlo Rosa, ad e azionista Diasorin

I fratelli Pierluigi e Franco Coppo (Sambonet)



Nessun commento: