Nuovo giornale online, Grandi direttore

"ElecToMag". E' la testata del nuovo giornale online che l'editore torinese Vittorio Corelli ha deciso di affiancare all'emittente ElecToRadio e di presentare oggi, 12 febbraio, nel capoluogo piemontese.
“ElecToMag - è stato spiegato - nasce per la volontà di offrire la possibilità di scrivere e comunicare a chi ha scelto di pensare liberamente. Nasce dall’esperienza estremamente positiva e soddisfacente di ElecToRadio, la più ascoltata webradio del Nord Ovest, che può ora contare su un direttore artistico come Alessio Sisci. E nasce dall’esperienza, che aveva portato al lancio della radio, dell’Associazione creata nel 2008 per favorire la crescita di una nuova classe dirigente in grado di dialogare con tutti”.
ElecToMag – che è diretto da Augusto Grandi, giornalista con la voglia di continuare a impegnarsi dopo 30 anni al Sole 24 Ore - avrà diversi registri di scrittura, perché diverse sono le sensibilità, gli interessi, i gusti. Cercando di garantire, in ogni caso, la qualità dell’informazione, dell’analisi e della scrittura. “Non ci saranno censure, proprio per il rifiuto di adeguarsi al pensiero unico obbligatorio – ha anticipa Augusto Grandi - E non ci saranno problemi se gli articoli sosterranno tesi differenti, opposte”.
ElecToMag non avrà, invece, una sezione politica. “Non per disinteresse o spregio, tutt’altro – ha spiegato il direttore - Ma non ci interessa il pettegolezzo delle anticamere dei partiti; mentre le grandi iniziative delle maggioranze di governo , nazionale o locale, e le precise contestazioni delle opposizioni troveranno spazio nelle altre sezioni. Perché tutto è politica: l’economia, i rapporti internazionali, la cultura, l’innovazione, lo sport, la montagna trascurata da tutti”.

La scelta del nome, ElecToMag, indica anche che si punterà sugli approfondimenti e non sulle news. Nessuna velleità di far concorrenza alle versioni web di grandi quotidiani nazionali o ai dinamici quotidiani web già presenti, e con ottimi risultati, sul territorio. “Grazie anche alla collaborazione con il think tank Il Nodo di Gordio – ha concluso Augusto Grandi - vogliamo invece contribuire a portare Torino nel mondo e il mondo a Torino. Per questo, la sezione di politica estera potrà contare sulla collaborazione di corrispondenti da vari Paesi di altri Continenti. E seppur con un occhio di riguardo per la città che ci ospita, ci occuperemo di ciò che accade in Italia, sempre con analisi affidate a collaboratori di altre regioni. Anche loro, ovviamente, liberi di pensare e di scrivere”.

Augusto Grandi, direttore ElecToMag

Nessun commento: