Manager - 12 aprile 2023, 08:35

GammaDonna per l'innovazione femminile

GammaDonna per l'innovazione femminile

Crescono le imprenditrici che puntano sull’innovazione: nel 2022, a fronte di un calo significativo delle nuove imprese, l'imprenditoria innovativa femminile ha invece accelerato, trainata dai settori a maggior contenuto di conoscenza. Lo dicono i dati dell’ultimo rapporto dell’Osservatorio per l’imprenditorialità femminile di Unioncamere e lo testimonia il numero di storie di successo che ogni anno il Premio GammaDonna per l’imprenditoria femminile innovativa seleziona per contribuire al superamento del gender gap.

“Si tratta di un’evoluzione che con il Premio osserviamo già da diversi anni – spiega Valentina Parenti, presidente GammaDonna – che evidenzia come sempre più donne scelgano di investire il proprio talento e le proprie abilità in settori sfidanti ad alto contenuto tecnologico, dove storicamente sono meno presenti, come quello scientifico. Qui assistiamo alla crescita delle cosiddette “research-preneur”, le imprenditrici che provengono dal mondo della ricerca e trasformano la conoscenza in impresa”.

È per sostenere questa crescente vocazione imprenditoriale improntata all’innovazione che riparte il Premio GammaDonna, che si rinnova, diventando a tutti gli effetti un percorso di valorizzazione, accelerazione ed empowerment dell'imprenditoria femminile, insieme a partner eccellenti, media e investitori, dando inoltre vita a un road-show di eventi formativi e business networking che toccherà Roma, Milano e Torino.

Quest’anno le storie di innovazione finaliste torneranno a calcare il prestigioso palcoscenico dell’Italian Tech Week. L’appuntamento è per venerdì 29 settembre 2023 alle OGR-Officine Grandi Riparazioni di Torino, tappa finale del road-show.

Il Premio è destinato a imprenditrici (founder, co-founder, oppure socie attive con ruoli manageriali) che si siano distinte per aver innovato con prodotti/servizi, processi o modelli organizzativi all’interno della propria azienda, con almeno due bilanci alle spalle.

Le candidature che entreranno nella “short-list Fab50” avranno uno spazio dedicato sulla piattaforma GammaDonna (www.gammadonna.it) che, dal 2004, racconta e diffonde storie di innovazione, leadership, visione. Saranno inoltre invitate a partecipare all’esclusivo evento di business matching con i partner e i giurati del Premio che si terrà la sera della finale.

Le sette finaliste – selezionate da una giuria di esperti di innovazione, esponenti del mondo imprenditoriale e investitori, presieduta dal venture capitalist Gianluca Dettori – saranno protagoniste il 29 settembre sul palco dell’Italian Tech Week.

Tra le candidature pervenute saranno inoltre assegnati i seguenti award: Il Women Startup Award che assegnerà un riconoscimento alla startupper più innovativa in ambito smart city, smart mobility, life science, healthcare & medical devices, bioeconomy, media, entertainment & gamification, fashion, agri-food tech, cleantech, energy. La startup dovrà aver completato almeno un seed round. L’adozione di principi di economia circolare e/o Eg rappresenterà un plus nella valutazione finale. Il Women Entrepreneur Sustainability Award powered by Cottino Social Impact Campus, riconoscimento all’imprenditrice che, grazie al purpose e alla strategia d’impatto della sua impresa, sta affrontando la transizione ambientale, sociale o culturale con obiettivi sostenibili, anche attraverso l’utilizzo di nuovi paradigmi digitali e d’innovazione.

All’imprenditrice che si sia distinta nel campo della comunicazione on e offline è invece destinato il Giuliana Bertin Communication Award, riconoscimento di Valentina Communication, istituito in memoria della sua fondatrice.

Candidature entro il 18 maggio 2023. Info e regolamento sul sito https://www.gammadonna.it/premio

SU