Piazza Affari | 03 marzo 2023, 14:55

Nuovo Btp Italia, cedola minima 2%

Il ministero dell’Economia e delle Finanze (Mef) ha comunicato che la cedola (reale) annua minima della diciannovesima emissione del Btp Italia, al via da lunedì 6 marzo, è fissata al 2,00%.

La cedola definitiva sarà invece stabilita con successiva comunicazione all’apertura della quarta giornata di emissione, nella mattinata di giovedì 9 marzo e potrà essere confermata o rivista al rialzo rispetto a quella oggi comunicata.

Il titolo, con godimento 14 marzo 2023 e scadenza 14 marzo 2028, è un Btp indicizzato al tasso di inflazione italiana, con cedole corrisposte ogni sei mesi insieme alla rivalutazione del capitale per effetto dell’inflazione dello stesso semestre.

La prima fase del periodo di collocamento, dedicata a risparmiatori individuali ed affini, si svolgerà dal 6 marzo fino a mercoledì 8 marzo, salvo chiusura anticipata. Il codice Isin del titolo per questa prima fase è IT0005532715.

Per coloro che sottoscriveranno il titolo in questa fase e lo deterranno fino a scadenza (14 marzo 2028), è previsto un premio fedeltà pari allo 0,8% del capitale investito.

Per la sottoscrizione del Btp Italia, oltre a recarsi in banca o all’ufficio postale, è possibile anche l’acquisto online mediante il proprio home-banking.

La seconda fase, dedicata agli investitori istituzionali, avrà luogo nella giornata di giovedì 9 marzo dalle ore 10 alle 12.

L’emissione avrà luogo sul Mot (il Mercato Telematico delle Obbligazioni e Titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso Intesa Sanpaolo e UniCredit, dealer dell’operazione, Banca Akros e Crédit Agricole co-dealer dell’operazione dal 6 al 9 marzo. La data di regolamento di tutti gli ordini di acquisto eseguiti è unica e coincide con quella di godimento.

Sul sito del Mef (https://www.mef.gov.it/btp_italia) sono presenti tutti i documenti che illustrano sia le modalità di collocamento e distribuzione del titolo che le modalità di calcolo della cedola e della rivalutazione del capitale.