Piazza Affari - 02 dicembre 2022, 15:23

Opa De Agostini: Dea Capital lascia la Borsa

Lorenzo Pellicioli

Lorenzo Pellicioli

Un'altra quotata del Nord Ovest lascia Piazza Affari, confermando un fenomeno che negli ultimi tempi sta crescendo intensamente. Il prossimo delisting è quello di Dea Capital, controllata dalla novarese De Agostini della famiglia Boroli-Drago.

Nova, società interamente detenuta dalla De Agostini di Novara, ha infatti deciso di promuovere un’offerta pubblica di acquisto (Opa) volontaria sulle azioni ordinarie di Dea Capital finalizzata ad acquisire 85.731.052 azioni, rappresentative del 32,156%, cioè tutte quelle non possedute dalla controllante De Agostini (67,062%) nte) e dalle azioni proprie già nel portafoglio della stessa Dea Capital.

La Nova pagherà un corrispettivo in denaro 1,50 euro “cum dividendo” (ovverosia inclusivo delle cedole relative a eventuali dividendi distribuiti dall’Emittente) per ciascuna azione portata in adesione all’offerta.

Con questa iniziativa, il gruppo De Agostini mira a ottenere la revoca di Dea Capital, presieduta da Lorenzo Pellicioli, dalla quotazione su Euronext Star Milan, mercato regolamentato organizzato e gestito da Borsa Italiana (il “Delisting”).

Ti potrebbero interessare anche:

SU