Notizie | 25 novembre 2022, 19:48

Reddito di cittadinanza in calo nel Nord Ovest

Tutti i dati di ottobre provincia per provincia - Dall'Inps erogati nel mese 30 milioni in Piemonte, 10,3 in Liguria e 334 mila euro in Valle d'Aosta

Reddito di cittadinanza in calo nel Nord Ovest

Nel Nord Ovest, il numero dei nuclei familiari percettori di reddito/pensione di cittadinanza è calato anche a ottobre, confermando un fenomeno in atto da mesi e anticipatore delle decisioni del governo Meloni. Come rilevato dall'Inps, infatti, sono risultati meno di 80.000 (per la precisione alla fine del mese scorso erano 79.762, mentre erano alcune centinaia in più a settembre e oltre 82.500 ad agosto.

Il mese scorso ne sono stati contati 57.951 in Piemonte (58.176 al 30 di settembre 59.941 alla fine di agosto), 20.925 in Liguria (rispettivamente 21.145 e 21.756 nei due mesi precedenti) e 826 in Valle d'Aosta (822 e 856).

Conseguentemente, si sono ridotte a 144.025 le persone del Nord Ovest beneficiarie di questa misura assistenziale, mentre erano poco più di 145.000 alla fine di settembre e oltre 150.000 ad agosto. In particolare, le persone coinvolte sono calate a 106.302 in Piemonte (106.957 al 30 settembre e 111.156 alla fine di agosto) a 36.322 in Liguria ( rispettivamente 36.843 e 38.255 alla fione dei due mesi precedenti) mentre sono risultate 1.401 in Valle d'Aosta, a fronte delle 1.379 di fine settembre e le .467 di fine agosti).

In quest'ultima regione, l'importo medio mensile ricevuto dal nucleo familiare è stato di 404,23 euro (415,19 euro il mese prima), il più basso del Nord Ovest, dato che è stato di 516,95 euro in Piemonte (515,59) e 491,86 in Liguria (489,50).

In Piemonte, quindi, i nuclei familiari percettori di reddito o pensione di cittadinanza hanno ricevuto complessivamente poco meno di 30 milioni di euro, a fronte dei 10,292 milioni arrivati dall'Inps in Liguria e i 333.894 euro della Valle d'Aosta. Totale della spesa mensile Inps per il Nord Ovest: circa 45 milioni.

Questi dati si trovano nell'ultima edizione dell’Osservatorio su Reddito e Pensione di Cittadinanza, con i dati aggiornati al 15 novembre 2022, relativi ai nuclei percettori di Rdc e Pdc negli anni 2019-2022.

I dati relativi ai primi dieci mesi del 2022 per l'intera Italia riferiscono di 1.506.647 nuclei percettori di almeno una mensilità di reddito di cittadinanza, con 3.437.485 persone coinvolte e un importo medio mensile erogato a livello nazionale di 582,09 euro.

In particolare, a ottobre 2022 i nuclei beneficiari di Reddito di Cittadinanza sono 1.039.665, mentre i nuclei beneficiari di Pensione di Cittadinanza sono 122.499.

L'Inps ha anche comunicato che tra gennaio e ottobre 2022 è stato revocato il beneficio a 51.370 nuclei e sono decaduti dal diritto 243.281 nuclei.

Tornando alle tre regioni del Nord Ovest, ecco il numero di nuclei percettori di reddito/pensione di cittadinanza a otobre, per provincia: Alessandria 6.227 (6.246 a settembre), Asti 2.773 (2.715), Biella 2.082 (2.070), Cuneo 4.180 (4.252), Novara 3.847 (3.903), Torino 35.356 (35.354), Verbania 1.184 (1.248), Vercelli 2.342 (2.388), Genova 11.499 (11.670), Imperia 3.822 (3.814), La Spezia 2.166 (2.165), Savona 3.439 (3.496).

Come dimostrano i confronti, il numero dei nuclei familiari percettori è diminuito in tutte le province del Nord Ovest, con l'eccezione di Torino, rimasto allo stesso livello

Sempre l'Inps ha rivelato che nei primi dieci mesi di quest'anno, sono stati 92.874 i nuclei familiari che hanno fatto domanda di reddito/pensione di cittadinanza nel Nord Ovest, di cui 67.626 in Piemonte, 24.229 in Liguria e 1.019 in Valle d'Aosta.

L'Inps ha anche comunicato che a ottobre i nuclei percettori della misura in tutta l'Italia sono stati 1.162.164, che hanno riucevuto complessivamente poco meno di 641 milioni di euro ( da aprile 2019 a ottobre 2022 sono stati erogati circa 26,5 miliardi di euro per il Reddito e la Pensione di cittadinanza. Nel primo anno di introduzione della misura contro la povertà sono stati erogati 3,9 miliardi mentre nel 2020 la spesa ha superato i 7,14 miliardi. E nel 2021, anche a causa delle difficoltà economiche legate alla pandemia, la spesa ha superato gli 8,8 miliardi. 





Ti potrebbero interessare anche: