Notizie | 22 novembre 2022, 09:55

Botteghe di montagna, successo del bando piemontese

Fabio Carosso

Fabio Carosso

Sono 154 le domande ricevute dalla Regione Piemonte relative al bando da 3 milioni di euro finalizzato al mantenimento e allo sviluppo delle "botteghe dei servizi" in comuni con popolazione inferiore ai 5.000 abitanti: 64 provengono dalla provincia di Cuneo, 42 dal Torinese, 17 dal Verbano Cusio Ossola, 16 dall'Alessandrino, 8 dal Biellese, 4 dalla provincia di Vercelli e 3 dall'Astigiano.

Ora le domande saranno esaminate da un comitato di valutazione, composto da rappresentanti di Finpiemonte e di Regione Piemonte. Il contributo massimo previsto per ogni singola domanda è di 50.000 euro, di cui 30.000 per investimenti e 20.000 per spese di gestione. 

Il bando era rivolto a micro imprese, iscritte al registro imprese della Camera di Commercio e a cooperative di comunità iscritte all'albo della Regione Piemonte.

Le botteghe dei servizi sono esercizi commerciali di prossimità per la vendita al dettaglio di beni alimentari e di prima necessità, in cui si integrano attività di informazione per la cittadinanza: in sostanza veri e propri "terminali" locali per la pubblica amministrazione e, nel contempo, esercizi che svolgono altri servizi utili a migliorare la qualità di vita dei residenti.

Soddisfazione per l'esito del bando è stata espressa da parte del presidente della Regione, Alberto Cirio e da Fabio Carosso, vice presidente e assessore alla Montagna: “Il numero elevato di domande pervenute significa che vi è grande interesse per una montagna in cui sia possibile vivere tutto l'anno, non solo d'estate o d'inverno per la stagione sciistica. Da parte della Regione vi è molta attenzione, come ricodano il bando per la residenzialità (10 milioni a favore di chi si trasferisce dalla città alla montagna), quello sulle scuole (oltre 600 mila euro), il riparto dei fondi destinati alle Unioni Montane ( 10,7 milioni), l'avvio del percorso per una Strategia condivisa con tutti coloro che vivono la montagna e che sia in grado di intercettare fondi europei e nazionali”.


Ti potrebbero interessare anche: