Piazza Affari | 03 novembre 2022, 09:55

Fos crea la startup innovativa Officine Aura

Il vertice della Fos

Il vertice della Fos

Fos, pmi genovese di consulenza e ricerca tecnologica, attiva nella progettazione e nello sviluppo di servizi e prodotti digitali per grandi gruppi industriali e per la pubblica amministrazione, ha costituito, attraverso la sua controllata Fos Greentech, la startup innovativa “Officine Aura”.

La newco, nata grazie agli efficaci risultati del progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale “Aura”, portato avanti da Fos in partenariato con Euphorbia e il Diarc, sarà dedicata all’ideazione e produzione di soluzioni di arredo urbano capaci di coniugare design, botanica e sensoristica attraverso l'integrazione tra la vegetazione bio assorbente e i dispositivi di misurazione loT per fornire soluzioni di design innovative sia per gli spazi outdoor sia per quelli indoor (ad es. centri commerciali, musei, edifici business e storico-monumentali).

Con la trasformazione industriale di alcuni dei prototipi sperimentati e di maggiore successo – alcuni dei quali già oggetto di domande di brevetto da parte del partenariato – gli arredi urbani “Green&Smart Urban Furniture” di Officine Aura rappresentano una nuova versione di “sentinelle ambientali” che, adattandosi gradevolmente all’ambiente nel quale sono inserite grazie all’innovativo design, alla botanica “environmental friendly” e alla sensoristica innovativa, rispondono perfettamente alla necessità di dare soluzioni e nuovi paradigmi alle smart city per il cambio di passo, in termini ambientali, in seguito agli Accordi di Parigi e al Green Deal europeo.

Fos, con il 24% del capitale girà in qualità di chief technology officer della newco e vedrà il suo personale coinvolto nelle attività di sviluppo dei moduli Internet of Things (IoT) del sistema, nelle attività di gestione tecnica e di system integration per la sensoristica innovativa presente nei prodotti di design urbano. Euphorbia, con il 30%, si dedicherà alla parte tecnico-scientifica degli elementi vegetali che andranno a comporre l’arredo urbano oggetto della newco. Il restante capitale sociale della start-up, per una quota complessiva pari al 46%, è suddiviso tra Mario Botte, Alfonso Morone e alcuni ricercatori del DiArc di Napoli.

Fondata a Genova nel 1999 e quotata in Borsa, Fos è guidata da Brunello Botte, presidente e da Matteo Pedrelli, classe ’67, vice presidente e amministratore delegato, co-fondatore insieme a Enrico Botte, classe ‘76 anche egli amministratore delegato.

Ti potrebbero interessare anche: