Piazza Affari | 24 ottobre 2022, 19:24

Intesa Sanpaolo, Cariplo avvicina la Compagnia

La facciata interna della sede della Compagnia di San Paolo

La facciata interna della sede della Compagnia di San Paolo

Si è ridotto il vantaggio della Fondazione Compagnia di San Paolo nei confronti del secondo maggior azionista di Intesa Sanpaolo, cioè della milanese Fondazione Cariplo. La notizia è emersa dalla Consob.

Secondo la più recente rilevazione, Fondazione Cariplo è arrivata a possedere il 5,063% del capitale di Intesa Sanpaolo dal 4,812% che aveva a metà luglio e dal 4,812% dichiarato nel bilancio al 31 dicembre scorso; mentre la torinese Compagnia di San Paolo oggi ha in portafoglio il 6,261% del capitale della “sua” banca, pari 1.188.947.304 azioni, a fronte del 6,12% che aveva alla fine dell'anno scorso.

Le variazioni sono state registrate dopo l'annullamento delle azioni proprie di Intesa Sanpaolo, avvenuto pochi giorni fa, a seguito degli acquisti da parte della banca guidata da Carlo Messina; operazione che ha comportato il calo del capitale a 18,989 miliardi di azioni dai precedenti 19.267 miliardi.

Al 31 dicembre 2021, la Compagnia di San Paolo aveva il 34% dell'attivo investito in Intesa Sanpaolo, trovandosi così nel divieto di aumentare la sua partecipazione nella banca. Il protocollo vincolante Acri-Mef, infatti, impedisce alle fondazioni di origine bancaria di avere investito più del 33% del proprio attivo in una partecipazione e, anzi, obbliga a scendere sotto quella quota, salvo deroghe concesse dal ministero.

Fondazione Cariplo, invece, è nelle condizioni di poter aumentare ancora la sua quota in Intesa Sanpaolo, avendo un patrimonio maggiormente diversificato.

Ti potrebbero interessare anche: