Piazza Affari | 25 settembre 2022, 09:34

Gismondi 1754: fatturato +84%, utile triplicato

Massimo e Stefania Gismondi

Massimo e Stefania Gismondi

Massimo Gismondi, ceo di Gismondi 1754, quotata genovese che produce gioielli di altissima gamma, ha così commentato i risultati del primo semestre, appena approvati: “crescere più dell’80% risponde alla promessa fatta a chi ha creduto in noi e nel nostro progetto. Con tenacia e determinazione abbiamo saputo fronteggiare e fronteggeremo le sfide di questo periodo e questo ci ha permesso e ci permetterà di aumentare in maniera entusiasmante e armonica le vendite in tutto il mondo. Il contesto macroeconomico non è semplice, ciononostante, con la nostra forza e con la fiducia nelle nostre risorse, intendiamo continuare decisi nel posizionamento strategico di Gismondi 1754 a livello nazionale e internazionale, massimizzando il continuo apprezzamento che viene riservato al nostro marchio e ai nostri gioielli in ogni contesto in cui ci presentiamo. Ci sono tutte le premesse per continuare a livelli di crescita importanti anche per la seconda parte dell’anno”.

Il primo semestre 2022, in effetti, ha confermato il trend di significativa crescita del valore della produzione del gruppo genovese, ammontato a 7,2 milioni (+84% rispetto ai 3,9 milioni del primo semestre 2021). Questa crescita si è determinata grazie al notevole apporto del canale wholesale, con un forte incremento in particolare dell’area europea (+858.521 euro) e dell’area Usa (+731.881 euro). Il canale special sales, il “tailormade” di Gismondi 1754, nei primi sei mesi ha contribuito alla crescita dei ricavi registrando un +19%, con vendite per euro 1.943.655. Bene anche il franchising di Praga, che è incrementato del 41% e riscontri positivi anche dal retail, che registra un incremento in valore assoluto pari ad euro 739.981.

L’ebitda al 30 giugno 2022 è pari a euro 815.964 mila, in crescita del 166% rispetto a euro 306.114 mila del primo semestre 2021. L’incidenza del margine operativo lordo sul fatturato è passata dall’8% del primo semestre 2021 all’ 11% nel primo semestre 2022.

L’Utile netto consolidato al 30 giugno 2022 è pari a 374.469 mila euro, più che triplicato rispetto agli euro 77.238 del primo semestre 2021. La posizione finanziaria netta al 30 giugno 2022 è negativa per 328.112 euro rispetto ai 290.408 del 31 dicembre 2021; ma il patrimonio netto consolidato al 30 giugno 2022 è di 9,6 milioni, in aumento del 5% rispetto al dato consolidato alla stessa data dell'anno scorso principalmente grazie all’utile di periodo.

Nell'aprile appena passato Gismondi 1754 ha annunciato di aver concluso un accordo con Saks Fifth Avenue per la rivendita di gioielli della collezione all’interno di uno dei più importanti luxury department store degli Usa con ben 45 negozi. Il contratto commerciale è di tipo open (privo di scadenza) e ha previsto la vendita dei gioielli Gismondi 1754 nei negozi di Beverly Hills, Houston, Miami, Palm Beach, Naples (Florida) e prevederà da novembre 2022 anche la vendita presso lo store di New York.


Ti potrebbero interessare anche: