Protagonisti | 12 settembre 2022, 15:48

Banche europee: Carlo Messina miglior ceo

Medaglie d'oro anche a Stefano Del Punta, Marco Delfrat e Andrea Tanagnini - Paolo Lando al comando dei CC di Asti - Nadia Roggia capo della Polizia di frontiera di Aosta

Carlo Messina

Carlo Messina

Intesa Sanpaolo si conferma prima in Europa per le relazioni con gli investitori istituzionali e gli analisti finanziari e per gli aspetti Esg, secondo la classifica 2022 stilata dalla società di ricerca specializzata Institutional Investor. In tale contesto, Intesa Sanpaolo è altresì risultata la prima banca tra le “Most Honoured Companies” per la qualità delle relazioni con gli investitori.

Nell’ambito del settore bancario europeo, Carlo Messina, consigliere delegato e ceo del gruppo Intesa Sanpaolo, è il miglior chief executive officer per il quinto anno dall’introduzione - sette anni fa - della classifica che tiene conto sia del voto degli investitori istituzionali che degli analisti finanziari.

Inoltre, Stefano Del Punta è risultato miglior chief financial officer per il sesto anno e il team di investor relations, guidato da Marco Delfrate e Andrea Tamagnini, è risultato il migliore per il quinto anno. Marco Delfrate è primo nella classifica dedicata agli Investor Relations Professionals per il quinto anno. Intesa Sanpaolo si è classificata al primo posto per gli aspetti Esg nelle banche europee per il terzo anno.

Infine, il Consiglio di amministrazione di Intesa Sanpaolo si è classificato al primo posto tra quelli delle banche europee nella relativa graduatoria, introdotta per la prima volta quest’anno.

I riconoscimenti assegnati da Institutional Investor - che si basano sui risultati di un ampio sondaggio condotto tra circa 1.400 investitori istituzionali e analisti finanziari - testimoniano il forte apprezzamento della comunità internazionale per una eccellenza italiana con una vocazione internazionale e una grande attenzione alla sostenibilità, riconoscendo nel contempo la qualità del ceo e del management team, da tempo al vertice europeo nelle preferenze degli investitori e degli analisti finanziari. Institutional Investor è un fornitore di ricerca indipendente, con una elevata reputazione presso investitori istituzionali ed analisti finanziari, che opera sul mercato da oltre 50 anni.

“I prestigiosi riconoscimenti ricevuti anche quest’anno, in base ai quali siamo al vertice europeo – ha commentato Carlo Messina - riflettono il continuo impegno nel migliorare – anche in condizioni del tutto nuove – la qualità della nostra relazione con il mercato e la nostra sensibilità verso le tematiche Esg. Siamo particolarmente orgogliosi nel vedere confermato l’apprezzamento degli investitori nell’anno di presentazione del nostro Piano di Impresa 2022-2025, un apprezzamento rivolto ai progetti industriali della Banca unitamente alla nostra capacità di raggiungere obiettivi significativi in un contesto molto sfidante”.

LANDO AL COMANDO DEI CARABINIERI DI ASTI

Il tenente colonnello Paolo Lando è il nuovo comandante provinciale dei carabinieri di Asti. Succede al colonnello Pierantonio Breda, che ora dirige il comando provinciale di Piacenza. Originario di Salerno, 44 anni, Lando non ha mai prestato servizio nell'Astigiano e in Piemonte. Arriva da diversi anni di servizio a Roma. Dal 2013 al 2018 è stato Capo sezione Terrorismo e criminalità organizzata dell'Ufficio analisi Minaccia Asimmetrica presso lo Stato Maggiore della Difesa di Roma.

Lo ha riferito l'Ansa Piemonte, aggiungendo che in questi giorni ci sono stati numerosi avvicendamenti interni al comando provinciale di Asti. Al Nucleo Investigativo è subentrato il tenente Armando Laviola, che raccoglie il testimone del maggiore Alessio Gallucci. Alla Compagnia di Villanova d'Asti il maggiore Chiara Masselli ha lasciato l'incarico al capitano Paolo Bonfanti, mentre alla Compagnia di Canelli il capitano Alessandro Caprio è stato sostituito dal tenente Lorenzo Conti. Cambio anche al vertice del Norm di Asti: il capitano Roberto Iandiorio ha lasciato il testimone al tenente Franco Serra.

AOSTA: ROGGIA CAPO DELLA POLIZIA DI FRONTIERA

La nuova dirigente del Settore Polizia di frontiera di Aosta è Nadia Roggia, commissario capo della Polizia di Stato, originaria della provincia di Vercelli. Laureata in Giurisprudenza, funzionaria della Polizia di Stato dal 2001, Nadia Roggia proviene dalla questura di Como, dove svolgeva le funzioni di capo di gabinetto del questore. Subentra al dirigente Alessandro Zanzi, che ricopriva l'incarico dal gennaio 2008 ed è passato alla guida dello scalo marittimo della Polizia di frontiera di Civitavecchia.



Ti potrebbero interessare anche: